Covid, Sileri: “Credo che lo stato d’emergenza non sarà prorogato. Il Green Pass andrà rimodulato”

La fine dello stato d’emergenza potrebbe essere vicina così come l’abolizione delle restrizioni vigenti: ad annunciarlo è il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, intervenuto a ‘Metropolis’, il podcast di ‘La Repubblica’.

Fine stato d’emergenza e restrizioni: le parole di Sileri

“Stiamo uscendo dalla pandemia con questa variante Omicron più debole sulla popolazione vaccinata. Vi è un altro problema che sono tutte le prestazioni che sono mancate in questi ultimi anni. Ogni settimana che passa con reparti e percorsi occupati significa rinviare qualcosa” – ha esordito Sileri.

Quanto all’alleggerimento delle misure ha dichiarato: “Credo che il 31 marzo lo stato d’emergenza non sarà prorogato. Per la fine di marzo avremo abbandonato tante di quelle restrizioni che oggi abbiamo. Forse andrebbe ripensato anche il Green Pass, in base all’andamento del virus, e anche al tipo di vaccinazione che andrà rimodulata”.

Dunque lo stato d’emergenza, in scadenza il 31 marzo 2022, potrebbe non essere rinnovato mentre il Paese si avvia al passaggio alla fase endemica. A tal proposito il sottosegretario alla Salute ha ribadito: “La circolazione del virus sarà più limitata. Pian piano toglieremo le mascherine prima all’aperto poi al chiuso, andrà rimodulato il Green Pass e la campagna vaccinale sulla base della reale esigenza sanitaria. Siamo nella fase di transizione da pandemia a endemia”.

Nel frattempo, nel corso del Consiglio dei Ministri, è stato prorogato l’obbligo di mascherina all’aperto per altri 10 giorni. Stessa sorte per le discoteche che resteranno chiuse almeno fino al prossimo 10 febbraio. Si attende, intanto, il nuovo decreto.

Potrebbe anche interessarti