Campi Flegrei, ancora scosse e bradisismo: il suolo si è alzato di 90 cm dal 2005

Continuano le scosse di terremoto nei Campi Flegrei e con esse anche il bradisismo, il fenomeno di rialzo della crosta terrestre.

Campi Flegrei, ancora scosse

Un nuovo evento sismico si è verificato la notte di giovedì 3 febbraio, a Pozzuoli. Magnitudo 1,4 della scala Richter alle ore 4.41 alla profondità di 2.290 metri con l’epicentro sul perimetro esterno del vulcano Solfatara, nei pressi dell’Accademia Aeronautica.

La scossa principale è stata seguita da altre cinque di minore intensità che si sono susseguite nel giro di 27 minuti. Al momento non sono stati registrati disagi o danni dalla popolazione. Ma le scosse sono state accompagnate da boati che sono stati avvertiti dai residenti, così come accade da mesi.

Come riporta ilcorrieredelmezzogiorno.it, la zona di via Pisciarelli è sorvegliata speciale dagli esperti. Infatti tre giorni fa almeno due scosse si sono registrate in quest’area, una delle zone ritenute più a rischio insieme alla Solfatara. Nella notte del 26 gennaio scorso qui c’è stato uno sciame sismico costituito da terremoti di magnitudo massima 1,3; a profondità comprese tra 1 e 2,5 chilometri.

Bradisismo, il suolo si è alzato di 90 cm

Inoltre continua il fenomeno del bradisismo. Il suolo si è sollevato di 90 centimetri circa a partire da novembre 2005. Il fenomeno è molto visibile soprattutto nella Darsena del porto vecchio di Pozzuoli dove una parte risulta a secco.

Il video è stato pubblicato nel gruppo “Sei di Pozzuoli se…”

Potrebbe anche interessarti