L’Asl Napoli2 Nord chiude metà degli hub, Mugnano: “L’unico a restare aperto è il nostro”

hub MugnanoL’Asl Napoli2 Nord chiude metà degli hub vaccinali, il sindaco di Mugnano: “L’unico a restare ancora aperto è il nostro, siamo orgogliosi“. Oggi, 17 febbraio 2022, l’Asl Napoli2 Nord ha predisposto la chiusura di ben 6 dei 13 centri vaccinali presenti sul territorio di competenza.

Nello specifico hanno cessato la propria attività gli hub siti a Giugliano Lago Patria, Tensostruttura di Villaricca, Frattamaggiore, Biblioteca di Frattaminore, Palestra Comunale di Acerra e Palazzetto dello sport di Ischia. Questa chiusura ordinata dall’Azienda Sanitaria Locale fa ben sperare: la motivazione, come ha spiegato il Direttore Generale Antonio D’Amore, è da rinvenire nel miglioramento della situazione pandemica.

Siamo entrati in una fase nuova della pandemia. Dobbiamo iniziare a programmare di lasciare palazzetti dello sport, biblioteche e palestre alla funzione per cui sono nati” ha dichiarato D’Amore. Continueranno a garantire il servizio vaccinale i centri di Bacoli Ostrichina, Pozzuoli Monteruscello, Forio di Ischia – Piazza Municipio, Procida, Liceo Cartesio di Villaricca (solo per le vaccinazioni pediatriche), Liceo Segré di Mugnano, Palazzo LuMo di Afragola.

Appresa la notizia, il sindaco di Mugnano Luigi Sarnataro ha comunicato sui suoi social la felicità per il rinnovato e non interrotto lavoro e impegno dell’hub presente nel suo comune:L’unico a restare aperto per tutti quelli dai 12 anni in su nell’area nord di Napoli è il nostro qui a #Mugnano. Siamo orgogliosi del buon lavoro svolto, e della proficua collaborazione con Asl, Scuola e Città Metropolitana. Il centro sarà aperto dalle 13 alle 19 senza prenotazione”.

 

Potrebbe anche interessarti