Ischia, arriva l’ordinanza animalista del sindaco contro il randagismo: dove portarli dalla spiaggia ai mezzi di trasporto

ordinanza ischia animalistaIl Comune di Ischia si impegna nella lotta al randagismo e lo fa con un’ordinanza firmata dal sindaco Enzo Ferrandino in cui si obbliga ad iscrivere tutti i cani (ad esclusione di alcune categorie) all’anagrafe canina/banca dati regionale presso l’Asl Napoli 2 Nord. Se di piccola taglia e quindi impossibilitati ad avere un microchip, si dovrà mettere una medaglietta al collo, pena una sanzione che va dai 100 ai 600 euro.

ISCHIA, ORDINANZA ANIMALISTA DEL SINDACO

Alcune misure possono sembrare complesse come la richiesta di adozione di animali abbandonati da fare presso il Comune compilando una scheda di affido ma tutto è fatto per proteggere i nostri amici a quattro zampe. Al punto 7 dell’ordinanza si legge:

I cani di guardia non possono essere ininterrottamente detenuti all’aperto alla catena fissa per un periodo superiore alle 24 ore, senza cibo, acqua e in ambienti angusti e sporchi e devono poter fruire di un riparo rialzato dal suolo per proteggersi dalle intemperie“.

E ancora:

Nei parchi, nei giardini, nelle aiuole, nelle aree verdi, nelle strade, sugli spazi pubblici o nei locali aperti al pubblico, sui mezzi di trasporto, gli animali domestici dovranno essere condotti al guinzaglio, proporzionato alla stazza della bestia e tranne per gli animali di piccola taglia (tenuti in braccio o in apposito trasportino), con idonea museruola“.

LE DISPOSIZIONI IN SPIAGGIA

Per gli animali potenzialmente pericolosi si rende preferibile la stipula di una polizza assicurativa per responsabilità civile verso terzi. Per quanto riguarda le spiagge, nell’ordinanza animalista del sindaco di Ischia si legge:

In assenza di bambini, persone disabili o sovraffollamento, nelle spiagge libere, dalle 5 alle 7 e dopo le 20.30, dal lunedì al venerdì, è consentito l’accesso, pure al mare (nella zona antistante la battigia) ai cani microchippati di piccola taglia, in buona salute, forniti di guinzaglio, sotto il controllo del proprietario, purché non si arrechi disturbo (latrati o strepiti molesti) al riposo e svago dei bagnanti presenti. Nelle spiagge in concessione, l’accesso è permesso, in qualsiasi giorno o orario limitatamente all’arenile a discrezione del titolare della concessione, in numero massimo di un cane con guinzaglio e museruola, per ogni 4 metri quadrati di suolo demaniale. Gli animali dovranno essere protetti dai raggi del sole più intensi e non potranno essere lasciati soli, benché legati a ombrelloni o aste”.

Potrebbe anche interessarti