Kinder e allarme salmonella, la Ferrero fa chiarezza: la situazione in Italia

Dopo alcuni casi di salmonella, sui quali sono ancora in corso le indagini per risalirne alle cause, la Ferrero ha deciso di ritirare alcuni lotti di Kinder Schoko-Bons anche in Italia, esclusivamente in via precauzionale. E’ stata la stessa azienda, tramite una nota, a chiarire la vicenda che, al momento, sembra non destare alcun allarme.

Rischio salmonella, Ferrero ritira lotti Kinder anche in Italia: cosa è successo

In accordo con le autorità sanitarie nazionali, la Ferrero ha previsto, anche per l’Italia, il richiamo volontario e precauzionale di specifici lotti di produzione di Kinder Schoko-Bons realizzati dallo stabilimento Ferrero di Arlon, in Belgio.

Il ritiro riguarda i prodotti con data di consumo preferenziale compresa tra il 28 maggio e il 19 agosto 2022. Al momento, tuttavia, non è stato segnalato alcun evento avverso come sottolineato dall’azienda che ha tranquillizzato i consumatori: “Ferrero intende rassicurare di non aver ricevuto negli ultimi 6 mesi in Italia contatti di consumatori o reclami per indisposizione a seguito di consumo di prodotti Kinder. Ferrero rassicura inoltre che, ad oggi, nessun prodotto analizzato sui mercati coinvolti dal richiamo è risultato contaminato da salmonella”.

“L’azienda invita chiunque abbia acquistato e non ancora consumato il prodotto Kinder Schoko-Bons, nelle date di consumo preferenziale suddette, a non consumarlo, a conservarlo e quindi a contattare il servizio clienti al numero verde 800 90 96 90”.

La Ferrero, in relazione ai timori dei consumatori che hanno già acquistato le uova pasquali, ha chiarito che la situazione non compromette in nessun modo gli altri prodotti legati all’azienda: “Tutti gli altri prodotti Ferrero, compresi i Kinder dedicati alla Pasqua e tutte le caratterizzazioni della ricorrenza pasquale, non sono coinvolti dal richiamo”.

Potrebbe anche interessarti