Fondi sanità, De Luca: “Un furto che dura da 10 anni ai danni dei campani”

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in occasione della Giornata del Mare e della Cultura Marina, con la stampa ha parlato della stagione turistica e della questione del fondi nazionali per la sanità.

De Luca, fondi sanità : “Un furto ai danni dei campani”

Sulla Giornata del Mare ha detto: “Abbiamo approvato una legge regionale per la costituzione dell’albo dei circoli navali. Ne abbiamo una ventina in tutta la regione, 3 club velici, circoli che hanno una storia incredibile come il ‘Posillipo’ o il ‘Savoia’. Abbiamo visto nascere tanti sportivi che hanno fatto l’onore dello sport nautico italiano. Poi c’è la tutela del mare. E’ stata istituita la Giornata del Mare che si celebra l’11 aprile, data che coincide con la tragedia di Genova. Dobbiamo lavorare per diffondere la cultura del mare sempre di più.

“In quest’occasione daremo un riconoscimento anche al console dell’Ucraina. In questo momento vi sono due grandi città di mare che sono sotto attacco, Mariupol e Odessa. Ci auguriamo che nelle giornate di Pasqua possa essere accolto l’appello di Papa Francesco a trovare almeno una tregua delle armi”.

Quanto al boom di turisti previsto in Campania per le festività pasquali ha commentato: “Ci auguriamo che si consolidi questa ripresa. Abbiamo appena inaugurato Procida Capitale e costruito tutte le condizioni per un rilancio turistico straordinario. Avremo una caduta dei flussi turistici provenienti dalla Russia, in modo particolare abbiamo avuto moltissime disdette a Ischia e Capri. Io credo che con l’evento di Procida e la programmazione culturale della Regione abbiamo la possibilità di attrarre flussi turistici importanti”.

Sulla ripartizione del Fondo Sanitario Nazionale ha ribadito la penalizzazione della Campania: “Vedremo chi si stanca prima, noi godiamo di ottima salute a Dio piacendo, la nostra battaglia continua. Ci auguriamo che le forze politiche nazionali tutte anziché girare la testa dall’altra parte comincino a fare un’operazione verità. La nostra proposta è molto semplice: stesse risorse per tutti i cittadini italiani, dal Piemonte alla Sicilia. Poi se c’è qualche Regione che ha bisogno di aiuto in più perché ha più popolazione anziana costituiamo un fondo ad hoc ma questa vergogna di questo furto che dura più di 10 anni ai danni dei cittadini campani deve finire”.

Potrebbe anche interessarti