Ucciso alle giostre, De Luca: “Non è possibile morire a 18 anni. Era un bravo ragazzo”

Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel corso del consueto aggiornamento alla cittadinanza, ha rivolto un pensiero alla famiglia di Giovanni Guarino, il 18enne ucciso al Luna Park di Torre del Greco a seguito di una rissa sfociata per futili motivi.

De Luca sulla morte di Giovanni Guarino: “Non è possibile morire in questo modo”

La scorsa domenica il 18enne era in compagnia dei suoi amici quando, a seguito di una lite, è stato colpito con diverse coltellate fino a perdere la vita. In molti lo descrivono come un ragazzo mite ed educato, dedito al lavoro e alla famiglia, proprio come sottolineato dal Governatore.

“Abbiamo appreso una notizia triste. Esprimo tutta la mia vicinanza alla famiglia di Giovanni Guarino, un ragazzo di 18 anni di Torre del Greco morto accoltellato. Un grande abbraccio alla famiglia, in questi casi non ci sono parole. Sono episodi strazianti di fronte ai quali non c’è nulla da fare che abbracciare la famiglia ed esprimere la propria vicinanza” – ha commentato.

“Non è possibile morire a 18 anni in questo modo. Personalmente non lo conoscevo ma mi dicono che era un bravissimo ragazzo. Non si può perdere la vita in questo modo. Esprimo la mia vicinanza e quella dell’intera cittadinanza” – ha concluso.

Nel corso dell’intervento ha affrontato anche la questione della guerra in Ucraina mentre sul fronte covid ha spiegato: “Abbiamo una buona tenuta. Io vi invito come sempre ad essere prudenti nonostante le ordinanze. Indossate la mascherina”.

Le iniziative in campo sanitario, economico e culturale

Sugli interventi nel campo sanitario: “Stiamo lavorando per lanciare un’iniziativa per i malati di diabete all’avanguardia in Italia. Dobbiamo realizzare molti altri centri anti-diabete pubblici e privati e chiudere questa operazione entro il 2022. Chiuderemo entro aprile una proposta definitiva per cliniche e laboratori privati. Se c’è qualche laboratorio che dice che ha esaurito il tetto di spesa il 10 del mese gli mandiamo i carabinieri”.

Sul lavoro: “La prossima settimana presenteremo il programma di sviluppo dell’Eav che si caricherà tutti i dipendenti del Ctp, l’azienda della città metropolitana di Napoli che è stata portata al fallimento. Garantiremo il lavoro a tutti i dipendenti, faremo un programma di ulteriori assunzioni all’Eav avendo risanato il bilancio degli anni passati”.

Infine sul turismo e la cultura: “Stiamo già registrando un boom turistico a Napoli e in Campania. Nella città di Napoli, nelle costiere amalfitana e sorrentina, nel Cilento e nelle isole registriamo un movimento turistico davvero imponente. Siamo contenti perché Procida Capitale servirà anche a questo. Lo scorso anno l’operazione isole covid-free ha consentito di avere una stagione turistica straordinaria.

“Abbiamo avuto poi una flessione ed oggi abbiamo un problema con i turisti russi e ucraini che non arriveranno. Tuttavia possiamo dire che già oggi in tante realtà registriamo il tutto esaurito. Gli eventi di Procida daranno un ulteriore incremento al flusso turistico. Ci saranno il Comicon, il Campania Festival e altri eventi: non c’è una Regione italiana con un’offerta culturale minimamente paragonabile alla nostra”.

Potrebbe anche interessarti