Epatite acuta misteriosa, 7 casi sospetti anche in Italia: grave bimbo di 3 anni

L’epatite acuta potrebbe esser arrivata anche in Italia. Sono 7 i casi sospetti.

Epatite acuta: 7 casi sospetti in Italia

Come riporta ilmessaggero.it, un bimbo di 3 anni di Prato è stato ricoverato in gravi condizioni in ospedale giovedì pomeriggio. E’ una patologia molto aggressiva, sconosciuta al momento, che colpisce i bambini sotto i dieci anni.

A confermare la notizia è stata l’Asl Toscana Centro. Non sarebbe esclusa la possibilità di ricorrere a un intervento di trapianto di fegato. Il piccolo ora è ricoverato in rianimazione.

Sarebbero già 7 i casi segnalati da varie parti d’Italia di epatiti misteriosa fra i bambini che però sono da confermare.

L’allarme internazionale è partito dalla Gran Bretagna. Dopo il Regno Unito sono stati registrati casi anche in Danimarca, Irlanda, Paesi Bassi e Spagna.

Nove casi di bambini tra gli 1 e i 6 anni anche in Alabama, negli Stati Uniti. I piccoli sono risultati colpiti da adenovirus. Sia l’Ecdc che l’Oms sono al lavoro per capire le cause dell’aumento di questi casi.

Quello che si vuole scongiurare è che l’aumento dei casi sia collegato al coronavirus. A oggi infatti non è dimostrato alcun legame, né con il Covid-19 stesso né con i vaccini.

Sintomi e cure

Alcuni dei casi segnalati in Gran Bretagna hanno riportato sintomi gastrointestinali, tra cui dolore addominale, diarrea e vomito nelle settimane precedenti. La maggior parte dei casi non ha avuto la febbre. Al momento le cause sono sconosciute.

La terapia dell’epatite acuta dipende dalla causa (virale, autoimmune, da farmaci), dall’età del bambino e dal decorso della malattia. Nei casi severi può essere necessario ospedalizzare il paziente e nei casi più gravi, quando il fegato risulta altamente compromesso si può arrivare ad trapianto di organo.

Potrebbe anche interessarti