Metropolitana di Napoli, i nuovi treni superano le prove: in arrivo più corse sulla Linea 1

treni prove metropolitana linea 1
Foto: assessore Edoardo Cosenza, profilo Facebook

Napoli – Si sono concluse positivamente le due notti di prove di collaudo dei nuovi treni della Metropolitana Linea 1. Sono stati testati gli impianti di frenatura in condizioni estreme ed a pieno carico, in modo da garantire la massima sicurezza dei viaggiatori in qualsiasi condizione possibile.

“Un importante lavoro notturno, che prosegue positivamente. Grazie da parte mia a ANM, Ansfisa, CAF, Comune”, queste le parole dell’assessore Edoardo Cosenza che segue in maniera precisa e costante le operazioni, per fare in modo che Napoli presto abbia dei nuovi convogli sulla principale linea di trasporto pubblico cittadino. È stato lui a pressare il ministero affinché queste prove, rimandate in passato, fossero eseguite al più presto visto che i treni erano stati già acquistati dalla precedente amministrazione e aspettavano solo di essere messi in circolazione.

Le verifiche sui nuovi treni della Metropolitana Linea 1

Le verifiche tecniche si collocano nella necessità di testare sia la tratta che i nuovi treni da mettere in circolazione. I convogli devono percorrere ognuno la distanza di 5000 chilometri in condizioni che si possono definire “estreme” ossia, ad esempio, alla massima velocità e compiendo brusche decelerazioni. Si vuole in tal modo testare le condizioni di funzionamento per qualsiasi evenienza, ed assicurare così la massima sicurezza per i viaggiatori.

Una maggiore frequenza delle corse

Controlli che si effettuano di giorno per garantire un veloce accesso a procedure di emergenza ed eventualmente di soccorso, che sarebbero più difficoltose di notte. Per questo le verifiche sono state e vengono compiute di giorno, provocando temporanei disagi ai pedolari ma in vista di vantaggi futuri che sono l’immissione dei treni nuovi e una maggiore frequenza delle corse che passerà dagli attuali 14 minuti a circa 5 minuti.

Potrebbe anche interessarti