Portaerei Truman a Napoli, la protesta: “No navi a reazione nucleare. E’ pericoloso”

Agenzia Vista

A poche ore dalla comparsa della portaerei statunitense Truman nelle acque del golfo di Napoli, il comitato Pace e Disarmo ha avviato un sit-in di protesta davanti alla sede del Comune ponendosi contro l’iniziativa.

Portaerei Truman a Napoli, scatta la protesta

La Truman è una portaerei a propulsione nucleare della U.S. Navy, l’ottava per costruzione della classe Nimitz, ed è intitolata al presidente degli Stati Uniti, Harry S. Truman. Può ospitare a pieno regime fino a 5.650 persone, tra marinai e avieri, ed imbarcare fino a 90 velivoli.

La visita nella città partenopea è stata vista come un’occasione per consolidare i rapporti con gli Stati Uniti, membri della Nato nonché alleati. Una sinergia che i marinai della Truman hanno voluto consolidare rendendosi disponibili ad avviare un’attività di pulizia e manutenzione dell’Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere.

Se da un lato turisti e passanti hanno ammirato l’arrivo della nave pubblicando diversi scatti sui social, dall’altro non sono mancate reazioni avverse. Tra queste quella del comitato Pace e Disarmo che, tramite una nota, ha dichiarato: “Come ecopacifisti e militaristi abbiamo ripetutamente condannato la presenza di natanti a propulsione nucleare nel nostro golfo e la militarizzazione della nostra Regione”.

“Abbiamo denunciato da tempo l’assenza di trasparenza sul piano di sicurezza predisposto per il Porto di Napoli ma mai pubblicato ufficialmente, sebbene si preveda esplicitamente che la cittadinanza sia informata ed anche preparata ad una malaugurata situazione di emergenza”.

“Nel 2015 l’Amministrazione Comunale di Napoli aveva approvato una delibera che dichiarava il porto napoletano ‘area denuclearizzata’, in considerazione dei gravi rischi per la salute e la sicurezza dei cittadini. Ora, dopo altri 7 anni – e soprattutto in un clima di guerra e di mobilitazione nel conflitto in Ucraina della NATO, che nella nostra Città Metropolitana ha il suo più importante comando strategico – ecco invece ricomparire nel mare di Napoli la sagoma della portaerei nucleare Truman, senza che nulla sia stato fatto nel frattempo per evitarlo o comunque per avvisare i napoletani di questo grave rischio”.

“Nonostante la forte contrarietà alla guerra in corso dei cittadini italiani, l’Italia si trova pienamente coinvolta nel conflitto bellico invece di svolgere una attività di mediazione diplomatica. Invitiamo tutte le organizzazioni sensibili alla minaccia bellica e nucleare a mobilitarsi nuovamente e a denunciare l’invadenza della NATO e l’occupazione ‘manu militari’ del nostro territorio e del nostro mare”.

I manifestanti sono stati accompagnati da padre Alex Zanotelli che, intervistato da LaPresse, ha commentato: E’ pericolosissimo perché il Comune non ha mai fatto un piano per l’evacuazione. E’ importante averlo perché non si sa mai quello che può avvenire, per questo vorrei capire se il sindaco ci riceve. La Truman è a reazione nucleare, permettere una roba del genere è grave. Farla passare come un’iniziativa che dà lustro alla nostra città significa non capire nulla di quello che sta avvenendo”.

Cosa significa che la nave è a propulsione nucleare?

Una portaerei che si dota di un sistema a propulsione nucleare utilizza come combustibile un combustibile nucleare: la tipologia tecnologicamente più semplice e diffusa sfrutta un reattore nucleare che opera la conversione dell’energia del combustibile in energia elettrica, per alimentare in serie un tradizionale motore elettrico.

Potrebbe anche interessarti