I Ristoranti d’Italia 2022, 10 campani tra i migliori: cappello d’oro a Don Alfonso 1890

Don Alfonso 1890

Tra i migliori ristoranti d’Italia si conferma Don Alfonso 1890. E’ quello che emerge dalla nuova Guida dell’Espresso “I ristoranti d’Italia 2022”.

La guida conferma la sua struttura che include nello stesso volume vini, ristoranti e pizzerie. Confermata anche la hall of fame designata dai Cappelli d’Oro che incoronano quei locali che hanno fatto la storia della cucina italiana degli ultimi decenni, tanto da essere considerati nuovi classici.

Cappelli d’oro

Berton Milano
Caino Montemerano (GR)
Casa Perbellini Verona
Casa Vissani Baschi (TR)
Colline Ciociare Acuto (FR)
Da Vittorio Brusaporto (BG)
Dal Pescatore – Santini Canneto Sull’oglio (MN)
Don Alfonso 1890 Sant’Agata Sui Due Golfi (NA)
Enoteca Pinchiorri Firenze
Hotel Rome Cavalieri – La Pergola Roma
La Peca Lonigo (VI)
La Trota Dal ’63 Rivodutri (RI)
Lorenzo Forte Dei Marmi (LU)
Miramonti L’altro Concesio (BS)

Il gradino più alto della classifica, quest’anno conta 18 ristoranti premiati con 5 Cappelli.

5 cappelli

Casadonna Reale Castel di Sangro (AQ)
Cracco Milano
D’O Cornaredo (MI)
Duomo Ragusa Ibla (RG)
Hisa Franko Slovenia
Hotel Mandarin Oriental – Seta Milano
Hotel Rosa Alpina St. Hubertus Badia (BZ)
Kresios Telese Terme (BN)
La Madia Licata (AG)
La Tana Gourmet Asiago (VI)
L’Argine a Vencò Dolegna del Colliio (GO)
Le Calandre Rubano (PD)
Lido 84 Gardone Riviera (BS)
Madonnina del Pescatore Senigallia (AN)
Osteria Francescana Modena
Piazza Duomo Alba (CN)
Uliassi Senigallia (AN)
Villa Feltrinelli Gargnano (BS)

4 cappelli

Agli Amici Udine
All’enoteca Canale (CN)
Andreina Loreto (AN)
Antica Corona Reale – Da Renzo Cervere (CN)
Antica Osteria Cera Campagna Lupia (VE)
Aqua Crua Barbarano Vicentino (VI)
Bracali Massa Marittima (GR)
Bros’ Lecce
Casa Maria Luigia Modena
Contraste Milano
DaGorini San Piero In Bagno (FC)
Dani Maison Ischia (NA)
Del Cambio Torino
Enrico Bartolini – Mudec Milano
Grand Hotel Royal e Golf Petit Royal Courmayeur (AO)
Harry’s Piccolo Restaurant & Bistro Trieste
Hotel Principe – Lux Lucis Forte Dei Marmi (LU)
Hyle San Giovanni In Fiore (CS)
Il Luogo Di Aimo e Nadia Milano
Il Pagliaccio Roma
Laite Sappada (UD)
L’albergo Della Regina
Isabella – Indaco Ischia (NA)
Pashà Conversano (BA)
Peter Brunel Arco (TN)
Piazzetta Milù Castellammare Di Stabia (NA)
Quadri Venezia
Quattro Passi Massa Lubrense (NA)
San Domenico Imola (BO)
Taverna Estia Bruciano (NA)
Venissa Venezia
Villa Crespi Orta San Giulio (NO)
Villa Maiella Guardiagrele (CH)
Villa Rospigliosi Atman Lamporecchio (PT)
Wicky’s Wicuisine Seafood Milano

Premio speciale

Giovane dell’Anno è Giuseppe Molaro di Contaminazioni di Somma Vesuviana (NA)

Le pizzerie

Un centinaio le pizzerie recensite e valutate nella guida, un universo variegato di cui si riconoscono alcuni maestri che hanno saputo indicare la strada per l’evoluzione complessiva del comparto, a loro il premio Pizza d’oro: Simone Padoan (I Tigli, di San Bonifacio), Gabriele Bonci (Pizzarium, di Roma), Enzo Coccia (La Notizia, di Napoli) e Franco Pepe (Pepe in Grani, di Caiazzo).

Potrebbe anche interessarti