Assalto alla Circum nei giorni festivi, de Gregorio: “Soppressioni causate anche da troppa folla e barbari”

circum de gregorioHanno fatto il giro del web i filmati di ieri che hanno visto diverse persone ammassate sulle banchine delle fermate nelle stazioni della Circumvesuviana. I treni sono stati letteralmente presi d’assalto, soprattutto quelli da Napoli per Sorrento, in una giornata gestiva che è stata caratterizzata da ritardi, avarie e soppressioni.

ASSALTO ALLA CIRCUM, LE PAROLE DI DE GREGORIO

Per questo il numero uno dell’Eav, Umberto de Gregorio, ha scritto un lungo post in cui chiede un incontro in Prefettura per intervenire sul tema della sicurezza in circum. Queste le sue parole:

Da ieri è scoppiata l’estate e con essa il caos dei sistemi di trasporto. Ovunque code e folle straordinarie. Non fa eccezione Eav ed in particolare la linea per Sorrento. Registriamo una domanda di trasporto enorme, superiore a quella di prima del covid, ma l’offerta che possiamo mettere in campo è inferiore strutturalmente alla domanda. Cerchiamo di fare quante più corse è possibile ma è evidente che i treni sono sempre quelli vecchi e ogni tanto purtroppo si fermano. In media una soppressione ogni 200 corse. Ieri le 3 soppressioni sulla vesuviana sono stati causati dalla eccessiva folla e da qualche barbaro tra la folla che ha rotto la porta del treno.
Abbiamo gli investimenti in atto sia sulla infrastruttura che sui treni nuovi, già ordinati a STADLER. Ma aldilà di questo c’è un tema di sicurezza anche perché chi prende il treno molto spesso assomiglia più a dei barbari che non a persone civili. Questo è Il nostro territorio. Abbiamo chiesto il supporto alle forze dell’ordine con una lettera inviata al Prefetto di Napoli qualche giorno fa e ci accingiamo a chiedere di nuovo al Prefetto un vertice sulla sicurezza per la linea per Sorrento. Chiederemo l’intervento della Regione e dei Comuni interessati. Servono scelte drastiche, politiche. In alcuni giorni caldi bisogna forse ridurre il servizio su alcune linee per concentrare le risorse sulla Napoli-Sorrento, oppure prevedere il numero chiuso sui treni e la prenotazione obbligatoria, oppure limitare il numero delle stazioni aperte, o altre soluzioni ancora. Scelte che non può fare Eav da sola. È evidente che il tema non riguarda soltanto Eav ma tutto il territorio. Ed è indispensabile il supporto di tutte le forze di polizia municipale e dell’ordine.
Ps. Dallo scorso fine settimana sulle linee della Vesuviane:
– Incremento treni nei giorni festivi con tripla composizione sulla Napoli Sorrento (28 treni, rispetto agli attuali 14, di cui 4 Campania Express) (su quelli che hanno presentato maggiori criticità di affollamento) ;
– Presidi giornalieri di manutenzione a porta Nolana che in caso di necessità si spostano su tutte le linee ;
– Potenziati i Servizi di security e di vigilanza armata per i viaggiatori (specializzati nell’antiborseggio ed antiscippo) dalle 9 alle 21 nelle stazioni ed a bordo treno. In particolare nelle stazioni lungo la tratta ricompresa tra Napoli Garibaldi e San Giovanni, e nelle stazioni di Torre del greco, Torre Annunziata, Sorrento, Vico Equense, Ercolano , Pompei, Castellammare durante le fasce orarie più frequentate, ed a bordo dei treni delle linee Napoli – Sorrento e Napoli – Sarno, privilegiando le fasce orarie del rientro.
– Potenziati i servizi di controlleria nelle stazioni ed a bordo treno. In particolare tra Napoli Garibaldi e San Giovanni, Torre del greco, Torre Annunziata, Sorrento, Vico Equense Ercolano , Pompei, Castellammare“.

Potrebbe anche interessarti