Preso a calci e pugni dalla baby gang, il racconto della madre: “Era a terra e cercava di ripararsi la testa”

Il sindaco scrive al prefetto sul problema della Baby-gangUn ragazzo di 17 anni è stato aggredito, senza motivo, da una baby gang a Marano. I fatti si sarebbero svolti nei pressi della villa comunale del Ciaurro l’altro ieri.

Marano, 17enne aggredito: il racconto della madre

A diffondere i particolari dell’aggressione è Cira, mamma della giovane vittima: “Vorrei condividere con voi quello che è capitato a mio figlio di 17 anni. Sabato intorno alle 20 a Marano nella villa comunale Ciaurro nei pressi del cimitero,mio figlio era in compagnia dei suoi amici, 5)6 tra ragazzi e ragazze. Si avvicina a loro un gruppo di ragazzini tra i 12 e i 13 anni e iniziano a prendere in giro l’amico di mio figlio, loro non reagiscono agli insulti e il gruppo di ragazzini si allontana ritornando con altri 10 più grandi tra i 15 e i 16 anni , hanno intenzione di picchiare l’amico di mio figlio insultandolo frocio ricchione ecc ..il ragazzo intimidito non reagisce e mio figlio si mette in mezzo cercando di farli calmare ,ma a loro questa reazione evidentemente gli dà fastidio perché erano lì proprio con il proposito di picchiare qualcuno,e iniziano a picchiare tutti e 20 circa mio figlio riempiendolo di calci pugni tirate di capelli, intimando agli altri suoi amici che se intervenivano picchiavano anche loro“.

Mio figlio non ha reagito, – continua – ha pensato bene che se faceva del male a qualcuno di loro, gli facessero ancora più male, ha cercato solo di difendersi il viso e la testa, nello spingere uno di loro è caduto a terra e il branco ha continuato a tirargli calci e pugni, mentre gli amici guardavano lo scempio cercando di chiamare i carabinieri“.

La denuncia anche a Le Iene

L’ho portato in ospedale a Giugliano – prosegue – Trauma cranico e frattura del naso, ricoverato 24 ore, gli hanno dato 21 giorni di riposo e poi il controllo. Oggi mi sento meglio ma, fino a ieri sera non riuscivo a togliermi dagli occhi quella scena che picchiavano mio figlio….
Ringrazio il signore perché siamo stati fortunati che poteva andare peggio …
Se qualcuno conosce un modo per fare molto rumore per non far continuare questo scempio, gli sarei grata .
Non posso nemmeno immaginare che stanno in giro a cercare un altro bravo ragazzo da picchiare …..
(Ho scritto alle iene )”.

Potrebbe anche interessarti