Ischia, finge un debito del figlio e si fa consegnare da un’anziana 10 mila euro in gioielli

debito gioielliAncora una truffa ai danni di una anziana. Un ventenne ha usato la scusa che in molti utilizzano per raggirare i vecchietti, e cioè quella di un debito molto elevato del figlio per farsi consegnare soldi e gioielli. Tutto è avvenuto sull’isola d’Ischia ma il giovane, residente a Napoli nel quartiere Case Nuove, è stato scoperto e fermato dai carabinieri.

ISCHIA, TRUFFA AD UN’ANZIANA: SI FA CONSEGNARE 10 MILA EURO

È stato un brigadiere della stazione carabinieri di Forio, libero dal servizio, a notare il ragazzo che si aggirava con fare sospetto in una via dell’isola. Come spiegato in un comunicato dalle forze dell’ordine:

Il brigadiere piuttosto che tornare a casa si posiziona a distanza, mantenendo un occhio sul giovane. Dopo qualche minuto di girovagare nervoso, il giovane pigia un tasto sul citofono di una palazzina e quando il cancello si apre, si infila nella corte. Si rivede poco dopo ma quello sguardo soddisfatto, mostrato appena tornato in strada, svanisce quando il militare gli blocca il cammino. Addosso gli trova 400 euro e tanti monili in oro, per un valore di circa 10mila euro. Allerta la centrale operativa e in pochi minuti le pattuglie delle stazioni di Ischia e Forio sono già sul posto. Facile indovinare cosa fosse accaduto, la storia simile a tante già raccontante“.

IL FINTO DEBITO PAGATO IN GIOIELLI

Quale giorno prima, l’anziana aveva ricevuto la chiamata di uno sconosciuto che le spiegava che il figlio aveva un grosso debito. La richiesta alla donna, una 82enne, è ben precisa, servono 3900 euro in contanti per lasciare in pace il figlio. A bussare alla sua porta per ritirare il denaro va il 20enne controllato a distanza dal brigadiere.

L’anziana non dispone di quella cifra ma scavando in casa riesce a recuperare 400 euro e i ricordi di una vita sotto forma di gioielli. L’uomo è stato arrestato per truffa aggravata e sostituzione di persona e tutto quello che era stato sottratto con l’inganno, recuperato. E’ ora in carcere, in attesa di giudizio“.

Occhio quindi alle truffe, come quella che era capitata sempre sull’isola di Ischia ad un’altra anziana fatta da ragazzi giovanissimi.

Potrebbe anche interessarti