Calci, scopa e forchetta usata contro moglie e figlio minore: “Lo stava educando male”

calci moglie figlio
Immagine di repertorio

Ha picchiato la moglie con un bastone della scopa perché non condivideva il suo metodo d’educazione. Prima le ha gettato contro una sedia poi l’ha colpita con una forchetta sulle braccia. Neanche il figlio minorenne è stato risparmiato dalla furia dell’uomo.

CALCI E PUGNI CONTRO MOGLIE E FIGLIO: “LO EDUCHI MALE”

Un operaio 53enne, incensurato, è però stato arrestato dai carabinieri per maltrattamenti in famiglia ai danni della moglie e del figlio. Tutto è accaduto alla periferia di Gragnano. A darne notizia è ‘IlMattino‘ che spiega come l’uomo nel tardo pomeriggio di ieri si sia scagliato contro la sua consorte proprio perché non era d’accordo sull’educazione data al figlio. Ma a essere preso di mira è stato anche l’adolescente, prima preso a schiaffi e poi colpito con una sedia in legno. La mamma ha cercato di intervenire per proteggere il figlio ma è stata a sua volta colpita con una scopa e poi da una forchetta che l’uomo ha usato sul suo braccio. Non contento, il 53enne ha colpito la moglie e il figlio con calci e pugni. Alcuni vicini sentendo le urla hanno chiamato le forze dell’ordine che sono immediatamente giunte sul posto.

LA DENUNCIA

L’uomo è stato così arrestato e le due vittime medicate in ospedale. Soltanto dopo aver parlato con i medici hanno deciso di denunciare il tutto. Le aggressioni andavano avanti da mesi complice anche lo stato di salute dell’uomo che beveva e riversava la sua rabbia contro la sua famiglia. Una versione confermata anche dai vicini di casa che sentivano spesso l’uomo aggredire la donna.