Caro carburante, prorogato fino al 21 agosto lo sconto di 30 centesimi. Misura insufficiente per Assoutenti

carburante taglio acciseIl governo va in auto degli italiani e decide di prorogare fino al 21 agosto il taglio delle accise sul carburante (prima era fino al 2 agosto). Un provvedimento che permette di poter fare benzina con uno sconto ai distributori di circa 30 centesimi. Sono stati il ministro dell’Economia e delle Finanze, Daniele Franco, e il ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, ha firmato il Decreto Interministeriale. La proroga della misura decisa oggi dal Mef e Mite consente un taglio di 30 centesimi al litro per benzina, diesel, gpl e metano per autotrazione.

PROROGA DEL TAGLIO ACCISE SUL CARBURANTE, IL COMUNICATO ASSOUTENTI

Secondo Assoutenti il taglio delle accise sul carburante però è ‘del tutto insufficiente e incomprensibile‘. Come spiegato dal presidente Furio Truzzi:

“Prima di tutto non si capisce perché il taglio delle accise debba valere solo fino al 21 agosto, considerato che nell’intero mese e fino a settembre si concentrano gli spostamenti degli italiani per le vacanze estive, e quindi la misura andava prorogata almeno fino a metà settembre. In secondo luogo lo sconto sulle accise non produrrà un abbattimento dei prezzi di benzina e gasolio alla pompa, con i listini che sono ancora a livelli elevatissimi.
Questo perché le speculazioni sui carburanti hanno di fatto vanificato la riduzione delle accise, e l’unica misura davvero utile che il Governo può adottare per salvare famiglie, imprese e l’intero sistema economico è ricorrere a tariffe amministrate per benzina e gasolio, con i prezzi che, in questo momento di emergenza, vengono imposti dallo Stato”.


Segui Vesuviolive.it su:

Potrebbe anche interessarti