Panettiere ucciso da moglie e figli con 40 coltellate: era stato allontanato da casa per violenza domestica

Ciro Palmieri
Ciro Palmieri

Dettagli inquietanti emergono sull’omicidio di Ciro Palmieri, il panettiere di Giffoni Valle Piana ucciso dalla moglie e due dei quattro figli.

Ciro Palmieri, ucciso con 40 coltellate da moglie e figli

Avrebbero usato cinque coltelli con cui avrebbero colpito quaranta volte il 43enne. A ferirlo mortalmente sarebbero stati la moglie Monica Milite e i due figli, Massimiliano Palmieri, 18enne, e il terzogenito 15enne come riportato dal quotidiano Il Mattino.

I carabinieri della compagnia di Battipaglia hanno sequestrato i cinque coltelli, nascosti in un giardino attiguo all’abitazione della famiglia, dove è avvenuto l’omicidio. Prima lo hanno ucciso e poi lo avrebbero fatto a pezzi per nascondere il cadavere. Nelle prossime ore la donna e i due figli verranno interrogati, ma finora l’unico ad aver parlato con gli inquirenti e la procura è stato il 15enne, che ha preso parte al delitto. Il giovane avrebbe sostenuto che l’uomo era violento e che se la prendeva con la mamma. Come riportato da Repubblica, infatti, sette anni fa Ciro Palmieri fu allontanato da casa dal giudice proprio per violenza domestica su moglie e figli.

La scoperta del delitto dalle telecamere di sorveglianza

La donna aveva denunciato la scomparsa del marito, una versione che non avrebbe convinto gli inquirenti. Acquisite le immagini di videosorveglianza dell’abitazione, hanno visto prima una lite familiare e poi la moglie e i due figli che avrebbero aggredito l’uomo armati di coltelli, davanti ad un terzo figlio di 11 anni. I tre avrebbero infierito sul corpo colpendolo anche quando ormai giaceva esanime per terra.

Il bambino di 11 anni che ha assistito alla scena è sotto choc ed ora è in affido presso i servizi sociali del Comune. Del tutto estraneo al delitto invece è il primogenito, un 22enne si trovava al Nord Italia dove fa il militare.

Il fratello di Ciro Palmieri: “Non è lui il mostro

Luca, uno dei quattro fratelli di Ciro, avrebbe raccontato al Tg3 che non era violento: “Mia cognata dice falsità. Le liti? Quelle normali di qualunque coppia. E Ciro era tutto fuorché un uomo che alzava le mani…”.


Potrebbe anche interessarti