Fiorentina-Napoli, cori razzisti contro i tifosi azzurri: solo 15mila euro di multa per la società

Cori razzisti Fiorentina – Napoli

Solo 15mila euro di multa per la Fiorentina dopo i cori razzisti nei confronti dei tifosi del Napoli.

Cori razzisti Fiorentina – Napoli: la decisione del Giudice Sportivo

Questa è la decisione del Giudice Sportivo: “Ammenda di 15.000 euro alla Soc. Fiorentina per avere suoi sostenitori, prima della gara e nel corso della stessa, intonato ripetutamente cori insultanti di matrice territoriale, nonchè cori oltraggiosi di matrice religiosa, percepiti da tutti i collaboratori della Procura federale posizionati nelle varie parti dell’impianto”.

Nessuna conseguenza, almeno per il momento, per i tifosi che si sono resi protagonisti del faccia a faccia con Spalletti dopo la gara Fiorentina-Napoli e colpevoli, a detta del tecnico azzurro, di averlo insultato per tutta la partita.

Faccia a faccia con Spalletti, nessuna conseguenza per i tifosi

Al termine di Fiorentina-Napoli, un tifoso ripreso dalle telecamere ha provato a dare uno schiaffo a Spalletti e qualcuno ha anche lanciato una bottiglia d’acqua. L’allenatore ha poi spiegato cosa è accaduto in conferenza stampa e perché si è avvicinato ai tifosi:

È un problema tra Firenze e me? Dichiamo che è un problema con la Toscana, un continente, l’Europa. Sono sempre gli stessi, la maiala di tu mam… la maiala di tu ma… per 90 minuti e con dei bambini vicini che li guardano e ascoltano. E nessuno dice niente. Anni e anni che sento dire le stesse cose, se ci sono tre deficienti che dall’inizio alla fine fanno una cosa del genere bisogna fermarli. A Napoli non fanno così, nessuno gli dice niente all’allenatore avversario. No Napoli, Napoli ma Firenze. La mia mamma ha 90 anni povera donna, ho solo quella, è una roba impossibile la maleducazione, l’ignoranza di questa gente qui. Ogni volta che si gioca qui accade lo stesso. Dietro la panchina ci sono sempre dei maleducati professionisti, sempre pronti a offendere“, ha detto l’allenatore azzurro.

Inoltre durante la gara dagli spalti si sono sentiti anche degli insulti e cori di discriminazione territoriale rivolti contro la città di Napoli.


Potrebbe anche interessarti