La vittoria di Scampia, il rettore: “Ora i giovani diranno: vado lì per l’università”

università scampia
A Scampia l’inaugurazione della nuova sede della Federico II

E’ stata inaugurata ufficialmente questa mattina la nuova sede di Scampia dell’università Federico II dove oltre 600 studenti hanno iniziato il loro percorso di studio per le professioni sanitarie. Un vero e proprio riscatto per l’intero quartiere, troppo spesso vittima di pesanti pregiudizi.

A Scampia la nuova sede dell’università Federico II

Realizzata dal Comune di Napoli, la struttura presenta 4 piani riservati alla didattica, uno ai laboratori e 2 all’area clinica. Al suo interno si svolgeranno anche tirocini di laboratorio, quelli clinici in ambulatorio e quelli basati sulla realtà virtuale e aumentata. Presente anche l’arcivescovo di Napoli, don Mimmo Battaglia, che ha pregato e benedetto l’ateneo.

“L’immagine che volevo darvi è quella di un giovane che prende la metropolitana per scendere a Scampia e a chi gli chiede ‘Cosa vai a fare a Scampia?’ risponde ‘vado all’università” – ha dichiarato Matteo Lorito, rettore dell’ateneo, racchiudendo in poche parole l’essenza del riscatto di un intero quartiere, non più condannato ad essere il luogo di “Gomorra” ma sede di cultura, formazione e prestigio.

“E’ la vittoria di una città e di un quartiere su un pregiudizio. Se questa costruzione è stata fatta, lo dico da ingegnere, è perché ci sono state delle maestranze che hanno lavorato, imprese che hanno dato il loro contributo, tecnici che hanno dato la loro competenza. C’è stato un popolo di persone che ha voluto realizzare una cosa concreta” – ha commentato il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi.

“Napoli ha una grande capacità, molto più grande di quella che gli altri ci attribuiscono. Può essere veramente un punto di riferimento per la ripartenza del Paese e lo deve fare partendo proprio da quei luoghi che oggi vengono definiti luoghi del disagio ma che nella realtà sono i luoghi dell’opportunità. Noi lo dimostreremo e lo faremo. Grazie a Scampia” – ha concluso.

 


Potrebbe anche interessarti