Rosolino, ex campione napoletano: “La mia compagna offesa per strada perché russa”

Rosolino
Rosolino

Rosolino, la compagna offesa perché russa.In questi mesi di guerra è capitato che Natalia sia stata attaccata verbalmente per strada, in quanto russa. Lei ci è rimasta male, anche perché è una persona che crede nella pace e cerca sempre di comportarsi ed esprimersi nei giusti termini”, ha detto Massimiliano Rosolino.

Rosolino, parla della sua compagna Natalia Titova offesa perché russa

Ha parlato così della compagna, madre delle sue due bambine, Natalia Titova, con Pierluigi Diaco nella puntata di lunedì del programma ‘BellaMa’, in onda dalle 15.15 alle 17 su Rai2 (qui il video).

Penso che in questo momento se parliamo di guerra diamo la colpa ad una persona e di conseguenza dietro quella persona ci possono essere milioni di altre. La mia compagna ne fa parte ed è ovvio che qualche volta per strada è stata attaccata verbalmente, è successo un paio di volte. Niente di drammatico. Una volta una signora è scappata quando ha sentito che era russa. Qualcun altro ha infierito, l’ha offesa“. Questo il racconto di Massimiliano Rosolino.

Anche su questo, però, dietro una persona che può offendere, che può abusare di una realtà, non bisogna polemizzare. Ovviamente lei quel giorno ci è rimasta male, perchè non era abituata ad essere attaccata. Lei è quasi inattaccabile, ti fa andare ‘in freva’ come dico io, perchè sempre la pace, la cosa giusta, di essere sempre nei giusti termini“, ha aggiunto l’ex campione olimpico di Napoli.


Potrebbe anche interessarti