Napoli, corteo antifascista studentesco. Giovani contro il Governo: “Jatevenne”

napoli corteo antifascista studenti
A Napoli il corteo antifascista degli studenti

A Napoli, questa mattina, è partito un corteo antifascista studentesco come forma di protesta, da parte degli studenti, verso il Governo.

Napoli, corteo antifascista degli studenti

Si sono radunati davanti all’istituto scolastico Porta, in via Foria, e hanno dato vita ad un flash mob, ricoprendo di vernice tre studenti che hanno simulato la morte nel ricordo di Giuseppe, Lorenzo e Giuliano, deceduti durante un’attività di alternanza scuola-lavoro che i manifestanti contestano. Sugli striscioni lo slogan: “Jatevenne”.

“Siamo i giovani che non accettano questo Governo, siamo giovani che vogliono creare un’alternativa. Il nuovo Governo di destra non ci rappresenta, è un Governo conservatore fondato sulle politiche d’odio, che minaccia tutte le persone non conformi, definendole deviate” – si legge nel post degli Studenti Autorganizzati Campani, presenti alla protesta.

“E’ un Governo che non fa i nostri interessi, che minaccia la legge 194, devasta l’ambiente, minaccia noi giovani, studenti, lavoratori. Un Governo che protegge i fascisti e anzi li elegge, come abbiamo visto con la nomina di La Russa come presidente del Senato. Un Governo che per noi studenti non ha in serbo nient’altro che la repressione”.

“Vogliamo un futuro diverso da quello che promette la destra. Vogliamo parlare, confrontarci e organizzarci contro chi i nostri interessi non li ha mai fatti, contro un Governo dell’odio, xenofobo e repressivo, contro chi mai ci darà il futuro che ci spetta, e lo faremo riprendendoci i nostri spazi”.


Potrebbe anche interessarti