Gli Americani pazzi di Kvaratskhelia, il New York Times: “È la stella assoluta d’Europa”

Khvicha Kvaratskhelia
Anche il New York Times pazzo di Khvicha Kvaratskhelia. Foto: SSC Napoli

Anche negli Stati Uniti infuria la passione per Khvicha Kvaratskhelia. Il prestigioso New York Times ha dedicato all’attaccante del Napoli un lungo articolo dove si parla dei sei mesi fantastici di quello che ad oggi è considerato l’astro nascente del calcio mondiale.

“Kvaratskhelia è la stella assoluta della Champions League”: il New York Times pazzo di Khvicha

I numeri di Kvaratskhelia e del Napoli a questo punto della stagione “sono buoni, non c’è dubbio, ma non bastano neanche a lontanamente a rendere il fenomeno” – si legge sul New York Times, che passa in rassegna i 15 milioni spesi dal Napoli per comprarlo, i cinque gol in Serie A ed i primati sia in campionato che in Champions League. “In poche settimane ha affascinato il calcio italiano ed è emerso come la stella assoluta della Champions League” – continua il pezzo.

I giovani non vogliono essere più i nuovi Messi e Ronaldo, ma i nuovi Kvaratskhelia

Per rendere l’idea delle qualità di Kvaradona, come è stato ribattezzato da alcuni tifosi del Napoli, il NYT si affida alle parole di Kobiashvili, presidente della Federazione Calcio Georgiana: “Ci sono molte ali tecnicamente dotate e molto veloci. Ma Khvicha offre qualcosa di completamente diverso. Non credo che abbiamo visto tanti giocatori con uno stile offensivo così implacabile, che fanno tutto a tale velocità, non solo in Georgia ma in Europa. Tutto passa attraverso il suo istinto. Questo è ciò che lo rende così eccitante. Qualche anno fa i bambini in Georgia volevano essere il prossimo Messi o il prossimo Cristiano Ronaldo, oggi invece Khvicha and Mamardashvili (portiere del Valencia, ndr). Loro hanno trasformato l’intera cultura calcistica in Georgia”.

Dopo aver rescisso il contratto con il Rubin, in Russia, Kvaratskhelia è tornato in patria ed è rimasto per tre mesi nella Dinamo Batumi, dove ha fatto faville ed ha riempito costantemente lo stadio. “I turisti che si recavano sul Mar Nero aggiungevano sempre una tappa assistendo ad una partita. Quando Kvara è andato via la Dinamo Batumi si è accorta di un problema: le presenze allo stadio sono tornate normali. Molti turisti sono scomparsi. L’accademia del club è strapiena: ha ricevuto dieci volte più richieste di iscrizione rispetto al solito. Ora conta 800 giovani calciatori”.


Potrebbe anche interessarti