Bacoli, apre l’Università sul mare: la vista è mozzafiato. Il sindaco: “Ci siamo emozionati”

università bacoli federico II
Apre ufficialmente l’università di Bacoli, sede Federico II

Apre ufficialmente la prima università di Bacoli: la nuova sede della Federico II, che sorge nella splendida Villa Ferretti, è stata inaugurata nella giornata di ieri, 27 ottobre 2022. Una data storica per l’intero territorio che vede la dimora, confiscata alla camorra, diventare uno dei centri principali del sapere e della cultura.

Apre la prima università di Bacoli, sede della Federico II

Il centro federiciano si candida ad essere l’ateneo più bello d’Italia, per il panorama suggestivo e la vista mozzafiato che regala l’edificio. Da luogo dove il boss impartiva ordini ai propri affiliati, la Villa è diventata centro di convegni, lezioni e studi, con un parco aperto a tutti e una spiaggia pubblica.

“Inaugurata! Sì, ci siamo emozionati tutti. Bacoli ha l’Università. E’ stata una tra le giornate più importanti nella storia del nostro Paese. Un sogno che si avvera. Abbiamo tagliato il nastro della prima sede universitaria della città, dei Campi Flegrei, in un’atmosfera magica ed in un bene confiscato alla camorra, aperto per la prima volta al popolo dopo 25 anni” – ha annunciato il sindaco Josi Gerardo della Ragione, postando alcuni scatti della giornata sui social.

Presenti alla cerimonia anche il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, e il rettore della Federico II, Matteo Lorito oltre a tanti altri rappresentanti del mondo delle istituzioni, delle forze dell’ordine, della magistratura, della scuola e universitario.

“Qui abbiamo investito e investiremo ancora milioni di euro per il recupero di uno spazio affascinante, affacciato sul mare, con alle spalle un parco pubblico, accanto alla spiaggia libera e davanti al Castello Aragonese. Con sguardo sul Golfo e sul Parco Archeologico Sommerso di Baia. Un nuovo inizio per Bacoli. Ho visto tanti sguardi emozionati, bellissimi” – ha continuato.

“Università significa sviluppo culturale, rilancio economico. In una villa sottratta ai clan significa legalità, giustizia sociale. Oggi mi sono commosso perché insieme a tante istituzioni, alla comunità, ho vissuto uno dei momenti più belli da quando ho l’onore di essere sindaco di questa terra tanto straordinaria” – ha concluso.


Potrebbe anche interessarti