La storia della paradisiaca Villa Ferretti: da casa del boss a sede dell’Università

villa ferrettiVilla Ferretti da bene confiscato alla camorra a sede universitaria, da casa del boss a casa della cultura. Martedì 7 giugno il Rettore della Federico II, Matteo Lorito, e il Sindaco di Bacoli Josi Gerardo Della Ragione firmeranno i protocolli d’intesa e dal prossimo anno accademico partiranno le attività. Il centro federiciano si occuperà principalmente di archeologia del mare. L’attività sarà declinata in molteplici forme: dai corsi ai workshop ai seminari alle manifestazioni culturali.

La splendida residenza ottocentesca di Bacoli, bene sottratto alla criminalità organizzata, rafforza la sua nuova vocazione di polo culturale e meta per il tempo libero.

La storia di Villa Ferretti

Villa Ferretti fu costruita alla fine dell’Ottocento da una ricchissima famiglia di armatori genovesi che scelse la cittadina di Bacoli per erigere la propria residenza estiva. Furono attratti dalla bellezza straordinaria del luogo, che era d’altra parte il paradiso delle principali e più facoltose famiglie patrizie dell’antica Roma. Dalla villa si può ammirare un panorama senza eguali e, oltre ad avere una spiaggetta privata, presenta un parco molto ampio.

In tempi più recenti la struttura è stata suo malgrado protagonista della vita criminale locale. Divenne infatti il luogo da dove il boss di camorra Giuseppe Costigliola impartiva gli ordini ai propri affiliati. Nel 1995 Villa ferretti fu sequestrata alla malavita e nel 1997 divenne patrimonio architettonico e, sotto la tutela dello Stato, le fu assegnato un vincolo di utilizzo per fini sociali.

Come purtroppo accade a tante ricchezze del nostro territorio Villa Ferretti fu interessata dall’abbandono, ma grazie ai fondi europei negli ultimi anni sono stati riqualificati sia il parco che la struttura, tornata all’antico splendore.

Dall’anno accademico 2022/2023 è sede dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, mentre la spiaggetta privata già da tempo è accessibile al pubblico dalle ore 9 alle 19.

Fonti:
– Storia di Villa Ferretti, pro loco città di Bacoli

Potrebbe anche interessarti