Sophia, ti aspettiamo anche a Napoli. A Bari entro fine anno il terzo ristorante della Loren

sophia loren restaurant milano napoli
Sophia Loren all’inaugurazione del ristorante a Milano

Sofì, ti aspettiamo anche a Napoli. Sophia Loren ha aperto a ottobre il suo nuovo ristorante a Milano, dopo quello di Firenze, mentre entro la fine dell’anno è prevista l’apertura del terzo locale a Bari, come annunciato dal socio Luciano Cimmino.

Sophia Loren Restaurant: un concentrato di cultura e cucina napoletane

Il progetto Sophia Loren Restaurant è un’esperienza che la diva condivide con diversi imprenditori napoletani, ed è ispirato principalmente alla tradizione culturale e culinaria partenopee: si tratta insomma di un concentrato di napoletanità che, tuttavia, almeno per il momento può essere gustato soltanto in città diverse dalla sua Napoli.

Sophia Loren volle la sfilata di Dolce & Gabbana a Napoli

Chissà, magari donna Sophia potrebbe intercedere proprio per la città che ama e la ama alla follia. Napoli deve molto a Sophia Loren, e Sophia Loren deve molto a Napoli: si tratta quasi di due entità in costante rapporto vitale. Non dimentichiamo che in passato è stata proprio la Loren a volere un grande evento nella città partenopea, ossia l’imponete sfilata evento di Dolce & Gabbana che si svolta per le strade del centro storico, oltre ad un serie di altre iniziative tra cui la consegna della cittadinanza onoraria all’attrice da parte dell’amministrazione di Luigi de Magistris.

In quella occasione ci fu una meravigliosa corrispondenza tra la città, i napoletani e tutta l’organizzazione: il risultato fu un evento di rilevanza mondiale dove ogni parte aveva dato moltissimo e ricevuto ancora di più. Tutto ruotava proprio intorno a Sophia Loren, che per la sua grandezza è un’icona praticamente assimilabile alla sirena Parthenope in quanto a capacità di rappresentare Napoli nel mondo e verso gli stessi partenopei.

Un ristorante di Sophia Loren a Napoli: potrebbe essere un’opportunità per qualche giovane

In questa ottica si inserirebbe dunque l’apertura di un ristorante a Napoli, o un’altra iniziativa. Sarebbe l’ennesima manifestazione dello scambio perenne tra la città e Sophia, ma anche un modo per dare un importante contributo in un momento storico estremamente complicato per tanti napoletani. La crisi dovuta agli effetti della pandemia e della guerra in Ucraina ha provocato un aumento dei fenomeni criminosi, a causa delle condizioni di estrema sofferenza di determinate fasce della popolazione. Se anche un solo giovane si salvasse dalla strada grazie a lei, sarebbe già straordinario. Sofì, ti aspettiamo anche a Napoli.


Potrebbe anche interessarti