Evasione scolastica. E’ emergenza a Napoli. Le zone e le scuole dove ci sono più casi

scuola
Evasione scolastica

Nel corso di un incontro per il Patto Educativo di comunità, sono stati presentati i dati aggiornati sull’evasione scolastica in Campania e a Napoli con un confronto schietto e vivace tra i diversi protagonisti presenti. Di recente il Comune di Napoli si è dotato di una piattaforma informatica per monitorare l’evasione e migliorare la prevenzione.

Evasione scolastica. Il Patto Educativo, cos’è

E’ lo strumento introdotto dal Governo nel 2020 per irrobustire il ruolo della scuola e per contrastare il disagio scolastico con il coinvolgimento di altri soggetti territoriali, pubblici e privati. Sul sito istituzionale del Comune di Napoli esiste un’area dedicata con il monitoraggio e analisi dei dati per ogni singola Municipalità e la possibilità di segnalare casi di dispersione.

Evasione scolastica. I dati di Napoli

Gli ultimi dati disponibili raccolti dal Comune di Napoli si riferiscono all’anno 2020-2021 e si parla di vera e propria emergenza sociale. L’Anno Scolastico 2020/2021, così come l’anno precedente, è stato caratterizzato dalla presenza della pandemia dovuta al virus Sars-Cov-2 che ha comportato comunque periodi di frequenza scolastica in presenza alternati a lunghi periodi di frequenza scolastica in DAD (Didattica a Distanza). La
procedura per la rilevazione dell’obbligo scolastico è stata comunque simile durante tutto l’anno, sia
nell’uno che nell’altro caso. Il dato generale dice che per la scuola Primaria a non andare a scuola nonostante l’obbligo è lo 0,56% in aumento rispetto all’anno precedente dove la statistica si fermava allo 0,30%. In aumento i casi anche per la Secondaria di Primo Grado con una percentuale di evasione scolastica dell’1,52%. Nell’anno 2019/2020, si era sullo 0,78%. Numeri quindi in crescita.

Evasione scolastica. I dati delle Municipalità della Primaria

Nel corso dell’Anno Scolastico 2020-2021 (cfr. Tab. 2), dalle Scuole Primarie cittadine sono pervenute 1.097 segnalazioni (714 in più rispetto all’anno pre-pandemico 2018-2019) ed a fine anno scolastico, dopo i vari controlli, sono risultati inadempienti (cioè bocciati per inadempienza scolastica) 208 alunni (134 in più rispetto all’anno pre-pandemico 2018-2019) pari allo 0,56% sul totale degli iscritti. Le percentuali dell’inadempienza per l’anno scolastico di riferimento segnalano una concentrazione di inadempienti nella Municipalità 2 (Avvocata, Mercato, Pendino) dove si evidenzia la scuola IC Borsellino con 50 segnalati e 19 inadempienti (7,63% sul totale sugli iscritti) e alla Municipalità 7 (Miano, Secondigliano, San Pietro) dove si evidenzia la scuola IC Pascoli 2 con 45 segnalati e 23 inadempienti (7,30% sul totale degli iscritti).

Evasione scolastica. I dati delle Municipalità della Secondaria

Durante l’anno scolastico 2020-2021 (cfr. Tab. 4), dalle Scuole secondarie di Primo Grado sono pervenute 1.247 segnalazioni (329 in più rispetto all’anno pre-pandemico 2018-2019) ed a fine anno scolastico, dopo i vari controlli, sono risultati inadempienti (cioè bocciati per inadempienza) 425 alunni (98 in più rispetto all’anno pre-pandemico 2018-2019) pari all’1,52% sul totale degli iscritti. Le percentuali relative all’inadempienza per l’anno di riferimento, esaminate per singole Municipalità, evidenziano per la scuola secondaria di primo grado una concentrazione di inadempienti nella Municipalità 8 (Chiaiano, Piscinola, Scampia) dove si evidenzia la scuola IC Virgilio 4 con 77 segnalati e 48 inadempienti (25,81% sul totale degli iscritti) e la Municipalità 4 (S.Lorenzo, Vicaria, Poggioreale, Zona Industriale) dove si evidenzia la scuola IC Bovio-Colletta con 27 segnalati e 23 inadempienti (17,16% sul totale degli iscritti).


Potrebbe anche interessarti