Casina Vanvitelliana scelta per due tornei nazionali: sarà la capitale italiana degli scacchi

Scacchi a Bacoli
Scacchi a Bacoli

Scacchi a Bacoli. Due importanti tornei nazionali di scacchi si disputeranno nella cittadina flegrea la prossima primavera. E’ una soddisfazione per Bacoli ma anche per tutta la Campania.

Ad annunciarlo è il primo cittadino Josi Gerardo della Ragione su Facebook: “Abbiamo vinto! Bacoli ospiterà due tra i più importanti tornei nazionali di scacchi. È una notizia incredibile. La Federazione Scacchistica Italiana ha scelto la nostra città per disputare la Serie Master 2023 ed il Campionato a squadre femminile“.

Scacchi a Bacoli, due tornei alla Casina Vanvitelliana

Accadrà alla Casina Vanvitelliana. In un luogo magico. – continua – Il Sito Reale, in primavera, si trasformerà nella Capitale d’Italia degli scacchi. Nel Parco Borbonico, al Palazzo dell’Ostrichina. E muoverà più di 200 persone, da ogni regione italiana, verso il nostro paese. Sul nostro territorio, nel nostro tessuto economico e commerciale. Tra le nostre meraviglie paesaggistiche e archeologiche. Dal 25 aprile al 1 maggio. È un orgoglio sapere che la nostra candidatura è stata approvata dal Presidente della Federazione Scacchistica Italiana, sentito il Consiglio Federale. Ringrazio la Scacchistica Partenopea, organizzatrice della manifestazione. Ringrazio l’organizzatore internazionale FIDE, Gianvittorio Perico, che sarà il project manager dell’evento“.

Ringrazio la pluri-campionessa italiana di scacchi, Mariagrazia De Rosa, in prima linea per raggiungere questo importante risultato. È un riconoscimento straordinario che rafforza il titolo di Comunità Europea dello Sport 2014, ottenuto da Bacoli e dai Campi Flegrei. Un torneo che coniuga sport e turismo di qualità. E che nasce a seguito dell’inaugurazione della scacchiera gigante che abbiamo realizzato, su prezioso consiglio del prof. Giuseppe Carpinone, nella Villa Comunale di Bacoli. Presto vi daremo ogni informazione utile. Sarà bellissimo. La Casina, adagiata sul lago Fusaro, sarà ancora più regina. Insieme, per la nostra terra. Un passo alla volta. Anzi. Una mossa alla volta“, conclude.


Potrebbe anche interessarti