Carta acquisti di 80 euro ogni due mesi, chi può averla e come richiederla

Carta acquisti
Carta acquisti

Carta acquisti. Dal primo gennaio sono disponibili sul sito del Mef i moduli per richiedere la Carta Acquisti che consente ai cittadini di età pari o superiore ai 65 anni e ai genitori di bambini di età inferiore ai tre anni, di ottenere un contributo di 80 euro ogni due mesi.

Carta acquisti di 80 euro: come e chi può richiederla

Il bonus sarà utilizzabile per le spese alimentari, sanitarie e per il pagamento delle bollette di luce e gas. I destinatari del contributo possono effettuare acquisti attraverso una carta elettronica di pagamento presso negozi alimentari, supermercati, farmacie, parafarmacie, nonché pagare le bollette di luce e gas negli uffici postali.

La domanda per la Carta Acquisti (gratuita) può essere presentata negli Uffici Postali compilando il modulo sulla base dei requisiti richiesti.

I requisiti richiesti per ottenere la Carta Acquisti sono i seguenti: per i genitori con bambini di età inferiore anni 3, valore massimo dell’indicatore ISEE pari a euro 7.640,18; per i cittadini di età compresa tra i 65 e i 70, valore massimo dell’indicatore ISEE pari a euro 7.640,18 e importo complessivo dei redditi percepiti non superiore a euro 7.640,18; per i cittadini nella fascia di età superiore agli anni 70, valore massimo dell’indicatore ISEE pari a euro 7.640,18 e importo complessivo dei redditi percepiti non superiore a euro 10.186,91.

Aumenta l’assegno unico per le famiglie

Inoltre è prevista anche una maggiorazione del 50% dell’assegno unico per le famiglie con 4 o più figli. E ancora, l’innalzamento a 600 euro per il 2023 delle pensioni minime per gli over 75.

L’importo dell’assegno unico universale aumenta da febbraio 2023: la maggiorazione è dovuta all’inflazione e può corrispondere fino a 100 euro per nucleo familiare che abbia figli sotto il primo anno di vita, figli disabili o molto numerosi. Le modifiche alla disciplina sono contenute nella Legge di Bilancio pubblicata su Gazzetta Ufficiale lo scorso 29 dicembre.


Potrebbe anche interessarti