Video. Guardate come un po’ di Coca Cola distrugge la ruggine

coca

L’acqua fa fare la ruggine!“, ma la Coca-cola la ruggine la toglie. Ebbene sì, questa meravigliosa bevanda zuccherina è capace di sciogliere l’ossidazione di oggetti in ferro, come nel video realizzato da Antimo Summa e pubblicato su Facebook.

L’autore della ripresa fa un esperimento versando la Coca-cola sul corrimano in ferro, attaccato visibilmente dalla ruggine. Dopo pochi istanti ci passa su una pezzuola e incredibilmente l’ossidazione viene via, come pulita dal migliore degli acidi.

In realtà gli effetti nocivi della Coca-cola sono noti da anni. Numerosi sono stati gli esperimenti al riguardo: è stata usata spesso come anti calcare e come smacchiatore. Il suo potere corrosivo, addirittura, riesce a togliere le vernici delle automobili e c’è chi ha lasciato in ammollo nella bevanda una bistecca per un’intera notte per poi scoprire il giorno dopo che si era disciolta nel liquido. E ancora, si dice che venga usata per pulire vetri, gioielli, ottoni e che possa persino essere usata per togliere lo smalto dalle unghie, dar nuova vita a vecchie batterie d’auto o sostituirne l’acido stesso. Questi pochissimi esempi sono tutti riconducibili all’effetto dell’acido Fosforico contenuto al suo interno.

Inventata dal farmacista statunitense John Stith Pemberton l’8 maggio 1886 ad Atlanta, come rimedio per il mal di testa, la Coca Cola non è solo la bevanda più famosa al mondo (numerose sono le manifestazioni che la riguardano), ma anche la più misteriosa. Segreta è infatti la formula utilizzata per crearla che si avvale dell’utilizzo di noci di cola (dalle quali si estrae la caffeina utilizzata nella bevanda) e di estratti di foglia di coca (da cui viene scartato l’acaloide). E se qualche anno fa Vasco Rossi cantava “… bevi la Coca Cola che ti fa bene…”, da un po’ di anni le proprietà benefiche della bevanda sono state rivalutate, in quanto il suo potere corrosivo sembra che non abbia eguali in commercio.

Al di là degli esperimenti e delle leggende metropolitane, come il suo impiego come contraccettivo, la Coca-cola qualche danno al corpo umano lo crea ma non molto di più delle altre bevande zuccherate e gassate. Come riporta Focus.it, un gruppo dell’Università dell’Iowa ha lasciato cinque denti immersi per 25 ore in cinque diverse bevande (Coca-Cola, Diet Coke, Gatorade, Red Bull e succo di mela al 100%). I risultati, oltre a mettere in luce che di tale bagno nelle bibite anche le radici dei denti ne fanno le spese, ha dimostrato come sullo smalto, Gatorade è significativamente più corrosiva della Coca-Cola e della Red Bull. Le quali, a loro volta, lo sono più della Diet Coke e del succo di mela.

Sembra che la causa maggiore non sia lo zucchero contenuto nelle bevande, infatti il Gatorade ne contiene di meno della Coca-cola, ma gli acidi contenuti nel suo interno. Inoltre dobbiamo considerare anche che questi soft drink, portano gli adolescenti ad assumere dalle 500 alle 1.000 calorie al giorno e per questo le bibite sono considerate tra i responsabili dell’attuale “epidemia” di obesità infantile, oltre a creare una vera e propria dipendenza alla pari di altre. In sintesi, sembra quindi che dietro i tanti “si dice” possa nascondersi una realtà molto più preoccupante.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più