Guida Michelin 2015, 41 stelle per la Campania

Guida Michelin

Dopo i premi aggiudicati durante la presentazione della guida dei ristoranti d’Italia de L’Espresso, la Campania ottiene un altro ottimo risultato e riconoscimento nel campo gastronomico e culinario.

La regione si è classificata terza nella classifica delle stelle Michelin 2015, giunta alla sua sessantesima edizione. Ha acquisito ben 41 stelle. Al primo e secondo posto compaiono la Lombardia ed il Piemonte.

In particolare, la città di Napoli ha acquisite 26 stelline, come riportato da Scatti di Gusto. A seguire, dieci per Salerno, due per Caserta ed una per Avellino.

Ecco l’elenco dei ristoranti di Napoli e provincia:

  • Taverna Estia – Brusciano
  • L’Olivo -Anacapri
  • Il Riccio – Anacapri
  • Il Mosaico – Casamicciola Terme
  • Indaco – Lacco Ameno
  • Quattro Passi – Massa Lubrense/Nerano
  • Taverna del Capitano – Massa Lubrense/Nerano
  • Relais Blu – Massa Lubrense/termini
  • Il Comandante – Napoli
  • Palazzo Petrucci – Napoli
  • Sud – Quarto
  • Don Alfonso 1890 – Sant’agata Sui Due Golfi
  • Il Buco – Sorrento
  • Terrazza Bosquet – Sorrento
  • President – Pompei
  • L’Accanto – Vico Equense
  • Antica Osteria Nonna Rosa – Vico Equense
  • Maxi – Vico Equense
  • Torre del Saracino Vico Equense / Marina Equa
  • Mammà – Capri

Un bel risultato per la nostra regione che vanta un ricco patrimonio gastronomico e culinario, molto vasto, dalle origini antichissime ed apprezzato in tutto il mondo.

 

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più