Botte da orbi a Torre del Greco. Ferito gravemente un pregiudicato e un agente

Carabinieri

Orrore e paura a Torre del Greco dove due pregiudicati ubriachi si sono azzuffati ferendosi gravemente, mettendo a repentaglio altresì l’incolumità di un giovane agente di polizia.  Come racconta Francesca Raspavolo in un articolo pubblicato qualche ora fa su IlMattino, è stata una lite furibonda quella scoppiata intorno alle ore 20.00 di martedì nei pressi di un noto bar del rione Sant’Antonio di Torre del Greco.

A scatenare la lite tra i due qualche parola di troppo pronunciata tra i fumi dell’alcool. Da qui qualche spintone, poi una serie di insulti e infine la brutale aggressione. Uno dei due, dopo aver estratto un coltellaccio da cucina, ha inveito ferocemente contro l’altro colpendolo più volte al petto, alla schiena e alla gola, recidendogli parte della giugulare. Urla, panico, sangue a frotti, la gente sconvolta e tanta paura.

Tempestivamente i presenti hanno allertato forze dell’ordine e soccorsi che in pochi minuti sono giunti sul luogo sedando, con molta fatica, l’animo dei presenti. In manette i protagonisti dell’assurda vicenda, Salvatore Ientile, accusato di lesioni e resistenza a due pubblici ufficiali e di tentato omicidio e Giuseppe Mercedulo, anch’egli pluripregiudicato attualmente ricoverato all‘ospedale Maresca in seguito alle profonde ferite riportate che lo hanno costretto ad un delicatissimo intervento chirurgico.

Dopo l’aggressione Salvatore Ientile si è dato alla fuga, ma nel giro di pochi minuti, le volanti lo hanno raggiunto intimandogli di fermarsi. A quel punto l’uomo ha aggredito gli agenti con calci e pugni, sferrando altresì una coltellata che ha colpito alla mano un giovane ufficiale presente sul posto. Ci sono voluti circa dieci minuti per bloccare Ientile che, solo una volta messo in ginocchio, si è arreso consegnandosi alle forze dell’ordine.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più