“Blue Monday”: udite udite, oggi è il giorno più triste dell’anno!

Tristezza Blue Monday

Oggi, lunedì 18 gennaio, è il giorno più triste dell’anno, lo sapevate? Probabilmente la notizia non alletterà nessuno dei nostri lettori, suscitandone però inevitabilmente la curiosità… Secondo una tradizione inglese, come riportato dal Corriere.it, ogni terzo lunedì del mese di gennaio arriva il tanto temuto “Blue Monday” ed è ancora più insolito e curioso sapere che dieci anni fa circa il giorno è stato stabilito secondo un’equazione matematica messa su da Cliff Arnall, uno psicologo inglese. Eh sì, la matematica non è un’opinione ed in qualche modo incide sulla nostra vita!

Oltre alle teorie matematiche, il Blue Monday è scandito da condizioni da condizioni meteorologiche sfavorevoli, giornate corte, i festeggiamenti natalizi ormai alle spalle, i sensi di colpa per aver mangiato troppo, aver speso più del dovuto, per il lavoro che assorbe tutte le energie e che costringe ad andare sempre di corsa e tanti altri pensieri…

Non poteva mancare la parte commerciale: molte agenzie di viaggi e non solo cercando di fare business proponendo viaggi e cibi per cercare di sfuggire al giorno più triste dell’anno. Ecco dove risiede l’origine di questa bizzarra tradizione: per cercare di incrementare le partenze di fine gennaio, un’agenzia di viaggi britannica propose una campagna pubblicitaria, che andò a buon fine: parecchi enti no profit, in particolar modo Mental Health UK, iniziarono a dare consigli e suggerimenti a riguardo.

La British Dietetic Association invece ha puntato sul cibo, uno dei piaceri indiscussi della vita di ognuno di noi: per cercare di superare questo momento triste e critico bisogna mangiare (e qui ogni napoletano doc concorderebbe senza alcuna esitazione!). Ecco il commento di Alison Clark: “Mangiare tanto può aiutare la gente a superare il giorno più triste dell’anno solo se non avvengono eccessi: evitate caffeina e snack energetici e prendete solo cibi nutrienti per portare un po’ di gioia nel Blue Monday”.

Ma dopo tanta tristezza, abbuffate di cibo e viaggi di fuga, ci sarà un giorno dedicato interamente alla felicità? La risposta è positiva: l’ “Happiest Day” cade intorno al solstizio d’estate, tra il 21 ed il 24 giugno.

Potrebbe anche interessarti