La Gesco annuncia: “Da domani 600 disabili anziani senza assistenza”

Anziani

Da domani 600 anziani disabili rimarranno seza alcun tipo di assistenza, come si legge su Ilcorrieredelmezzogiorno.it. A lanciare l’allarme è stato il gruppo Gesco, associazione che si occupa del servizio di Telesoccorso e Teleassistenza. Il problema è la mancanza di quattrini, così il gruppo è stato costretto a sospendere i servizi erogati. In questi giorni ben 15 operatori dell’associazione riceveranno una lettera di licenziamento.

E sempre attraverso una lettera che il gruppo Gesco ha avvisato del disagio il Comune di Napoli: “Nonostante diverse rassicurazioni da parte vostra – si legge nella lettera indirizzata al sindaco, all’assessore al Welfare Roberta Gaeta e alla dirigente Giulietta Chieffo -, sinora non è giunta alcuna comunicazione in merito e ci vediamo, dunque costretti a sospendere tutte le attività di cui sopra a far data dalla mezzanotte del 18 dicembre. Provvederemo, inoltre, nei giorni successivi al ritiro definitivo di tutti gli apparecchi presso il domicilio degli utenti, con gravi conseguenze per gli oltre 500 anziani fragili, disabili e cittadini in condizioni di rischio, che vivono in gran parte soli”.

E’ da tempo, 3 novembre, che la situazione va avanti senza soldi, tanto che il gruppo Gesco era andato avanti nonostante tutto, garantendo i normali servizi: front office telefonico di informazioni, primo orientamento e accesso ai servizi, gestione delle emergenze sociali, telesoccorso per anziani, disabili e cittadini in condizioni di rischio o affetti da patologie. Da oggi tutti questi servizi saranno interrotti.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più