“Sono di Palermo e quando vengo a Napoli mi sento a casa…”

Angelo Duro - Palermo

Napoli e Palermo, le due grandi metropoli del Mezzogiorno, le due capitali del Sud che da secoli sono unite da vincoli storici, culturali ed artistici, città diverse ma uguali, di cielo, di mare, di sole. Le strade di entrambe sono dorate di miele nelle ore più calde del giorno, e sono avvolte in ogni angolo da profumi, da colori, da voci. Passeggiando per Napoli, specialmente al centro e nella zona del porto, è tutt’altro che raro imbattersi in persone dall’accento siciliano, mentre i mercati di Palermo, a via Montalbo, la Vucciria, Ballarò o il Borgo Vecchio pullulano di bancarelle e auto che cantano a volume altissimo le canzoni napoletane. Il napoletano si sente a casa a Palermo, e il palermitano a Napoli.

Della stessa opinione è Angelo Duro, comico e cantante di Palermo, famoso per la sua partecipazione a Le iene. Di passaggio, ancora una volta, a Napoli, è tornato a casa con un souvenir particolare, tre paia di calzini.

“Sono di Palermo e quando vengo a Napoli mi sento a casa, sono due città simili e a volte faccio fatica a capire la differenza, con le stesse meraviglie e gli stessi problemi, alcuni per fortuna grazie all’informazione e lo sviluppo del mondo superati, ma la strada è ancora lunga e noi dobbiamo mettercela tutta. Trovo Napoli geniale, anche qui come a Palermo arrangiarsi è un arte, ogni venditore se pure ambulante ha una capacità di vendita assurda, roba da scalare le vette di Wall Street. A Napoli purtroppo non ho avuto tempo né di mangiare una strepitosa pizza né di prendere un piccolo souvenir da portare a casa, fino a che non si avvicina un ragazzo con un malloppo di calzini in mano ed ecco il mio Souvenir!!
Neanche in Scozia sono capaci di vendere tre calzini del loro stesso filo in un vagone del treno a soli 10 euro in 2 minuti e 17 secondi!!
Sono orgoglioso di avere acquistato 3 paia di “Sciantao” e di portarli a casa. Trovo che anche il calzino sia un’icona geniale di questa città e per me questo sarà il souvenir più divertente mai acquistato”.

Potrebbe anche interessarti