Il Movimento 5 Stelle attacca Ciro Borriello, comune a rischio default

luigi-gallo

Il parlamentare del Movimento 5 Stelle, Luigi Gallo, attacca il sindaco Ciro Borriello e l’intera amministrazione comunale, considerandola responsabile di un eventuale default dell’ Ente di Palazzo Baronale. La ditta Ego Eco, dopo la revoca dell’appalto da parte del comune di Torre del Greco, ha presentato ricorso al Tar della Campania chiedendo danni al comune per la bellezza di 5 milioni di euro. A pagare le conseguenze delle scellerate scelte dell’amministrazione comunale saranno, insomma, nell’eventualità ancora una volta i cittadini. In caso di condanna, infatti, è alto il rischio di vedersi svuotate le casse comunali. Il parlamentare del Movimento 5 Stelle chiede al sindaco Ciro Borriello un assunzione di responsabilità difronte alla cittadinanza per le scelte che hanno, come si legge nel comunicato, una precisa paternità politica, e chiede al sindaco di impegnarsi a pagare di tasca propria in caso di condanna da parte dell’ente.

Comunicato

Raccolta differenziata, la ditta Ego Eco, cui il Comune di Torre del Greco aveva revocato l’appalto per la gestione della Nu, ha presentato ricorso al Tar della Campania chiedendo danni al Comune per 5 milioni di euro. Il Movimento Cinque Stelle attacca il sindaco Ciro Borriello e l’intera amministrazione, considerata responsabile di un eventuale danno di default per l’Ente di palazzo Baronale. “Se il Comune dovesse soccombere, Ciro Borriello sarà l’unico a dover sborsare questi 5 milioni”. A dichiararlo Luigi Gallo, parlamentare di Torre del Greco e portavoce del M5S alla Camera. “Come era facile prevedere – ha aggiunto – non si sono fatte attendere le conseguenze dell’annullamento dell’aggiudicazione definitiva della gara per l’affidamento del servizio di igiene urbana nei confronti della Ego Eco che coinvolgono il Comune di Torre del Greco in un ennesimo giudizio che potrebbe avere conseguenze devastanti per le casse comunali. Poche settimane fa avevo invitato il sindaco Borriello ad una piena assunzione di responsabilità “politica” in ordine alla complessa questione della raccolta dei rifiuti. Invece il nostro primo cittadino aveva tentato di scaricare il pesate barile sulle spalle dei dirigenti comunali. Spero che di fronte alla fallimentare prospettiva di vedere le casse comunali svuotate da scelte e decisioni che potrebbero rivelarsi quanto meno avventate e superficiali, il sindaco cominci a dare conto alla cittadinanza di decisioni che hanno una precisa paternità politica. Borriello deve impegnarsi davanti ai cittadini a pagare di tasca propria eventuali condanne dell’Ente se le richieste risarcitorie della Ego-Eco dovessero risultare in qualche misura fondate”.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più