Le toccanti dichiarazioni di Floro Flores: “… il mio allenatore era un pedofilo”

Antonio Floro Flores

Toccanti ed angoscianti le dichiarazioni di Antonio Floro Flores, attaccante napoletano del Sassuolo, che ha voluto svelare alcuni aspetti tutt’altro che sereni della sua infanzia, trascorsa a Secondigliano. Pone oltretutto l’accento sul fatto che il calcio è stata un’ancora di salvezza da quel contesto difficile.

Ecco le dichiarazioni, rilasciate alla rivista dell’Assocalciatori “Il calciatore”: “Sono entrato in una scuola calcio a 10 anni, l’Atletico Toledo (…). Ricordo che non passò molto tempo e saltò fuori che l’allenatore era un pedofilo, me la rivedo ancora la scena, mentre stavamo giocando: una marea di carabinieri che è arrivata. Ricordo la volta che un professore voleva parlare con mio padre e io avevo paura perché sapevo che le avrei prese poi a casa. Gli dice che non sapeva cosa fare con me perché pensavo solo al calcio e che forse l’unico rimedio era vietarmi, per punizione, il calcio. E mio padre: ma come? L’unica cosa che sa fare gliela devo togliere? Con che alternativa? Morire ammazzato o andare in galera? (…). Penso al posto dove si giocava, in quel cortile in mezzo ai palazzoni (…). Me le ricordo le sparatorie, noi ragazzini che correvamo via e ci nascondevamo”. 

Potrebbe anche interessarti