Cancellato l’ergastolo all’uomo che uccise la direttrice delle Poste di Torre del Greco

Cristofaro-Gaglione

Cancellato l’ergastolo per Cristofaro Gaglione, condannato per l’uccisione della direttrice delle Poste di via Vittorio Veneto a Torre del Greco, Anna Iozzini. Niente ergastolo per l’uomo, così ha deciso la Corte d’Appello di Napoli, nonostante l’efferato omicidio che, nel 2012, sconvolse la cittadina vesuviana.

Il cinquantacinquenne, dipendente delle poste, il 30 Luglio del 2012 esplose 4 colpi di arma di fuoco contro la direttrice Iozzino, 56enne residente a Torre Annunziata, freddandola sul colpo. Alla base della follia omicida, un ordine di servizio ritenuto inaccettabile dall’uomo che pensò di risolvere il problema ammazzando a sangue freddo la donna.

Durante il processo, giunto al secondo grado di giudizio, Gaglione ha ottenuto uno sconto di pena con l’annullamento delle aggravanti riconosciute dal gup Antonio Fiorentino che invece, aveva optato per il carcere a vita.

Potrebbe anche interessarti