Attenti agli hacker! Ecco la nuova trappola informatica

hacker

Spero ciò ti arrivi in tempo utile. Pensavo di chiederti un modico prestito che ovviamente ti restituirò non appena sarò tornato. Se puoi mandarmi i soldi, via Western Union sarebbe ottimo poiché è il modo più veloce che ho per ricevere la somma. necessito della somma di 1000 Euro per coprire le mie spese…“. Questo è uno tra i tanti messaggi che potrebbero capitare nella casella di posta elettronica di chiunque.

Un consiglio: non dategli ascolto assolutamente! Ovviamente si tratta di uno tra i tanti hacker informatici che, soprattutto negli ultimi tempi girano per la rete, cercando di incastrare l’ingenuo di turno. Certo perchè gli hacker utilizzano i nomi, cognomi e spesso indirizzi mail di amici e parenti, quindi potrebbe essere facile cadere nella trappola se non si fa un po’ di attenzione. Quando arrivano mail del genere, avvertite subito i conoscenti di cui si fa utilizzo, e se possibile, denunciate la cosa alle autorità competenti.

I pirati informatici, sono l’ultima invenzione criminale per fare soldi in maniera quasi pulita e facile: certo perchè “il donatore” non viene minacciato e elargisce spontaneamente i propri soldi, pensando di essere nel giusto, quindi è anche difficile che i veri furfanti vengano presi e arrestati, dato che il denaro estorto non è frutto di alcuna rapina. Quindi unica cautela, ribadiamo, è attenzione e occhi aperti: nello specifico soprattutto quando vi appare il nome della banca Western Union diffidate sempre, perchè è l’unica che farebbe minimi controlli sulle entrate e uscite e una tra le poche che elargisce il denaro necessario ai banditi in tempi brevi.

Potrebbe anche interessarti