Prima “social fiction” che avrà come protagonisti gli immigrati di Castel Volturno

200054942-cd69f196-c528-4bb8-9193-2eea29112fdb

Si chiama “Connection House”, la social fiction su Castel Volturno. La serie narra la storia di un ragazzo napoletano, Lorenzo, che, per una serie di disavventure (tutte in chiave ironica) si ritrova catapultato nella cittadina “africana” in Campania.

“Lorenzo rappresenta lo sguardo dell’italiano medio rispetto a Castel Volturno”, afferma Stefano Scognamiglio, attore ma anche socio della Cultural Video Foundation Napoli. La fiction è stata realizzata grazie ai finanziamenti del Dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale ed il cast sarà composto sia da attori campani che da alcuni immigrati residenti in zona, rappresentando così un’ottima opportunità lavorativa.

Non mancheranno, tuttavia, attori di fama nazionale, come Enzo Decaro e Daniela Poggi e Gea Martire, tutti sotto la guida del regista parteopeo Vincenzo Cavallo, rientrato in patria dopo una lunga esperienza lavorativa all’estero.

La prima puntata, dal titolo “Discesa agli inferi”, le cui riprese si stanno effettuando proprio in questi giorni, andrà in onda sul sito www.connectionhouse.it nel mese di maggio.

Scena
Foto tratta dal backstage

Fonte La Repubblica

Potrebbe anche interessarti