Video. Povia: “L’Unità d’Italia? Una storia da allocchi!”

povia Il coraggio di denunciare, la voglia di far aprire gli occhi contro una dittatura finanziaria europea e mondiale travestita da democrazia con la speranza che un giorno tutti possano prendere coscienza di come gira il mondo e ribellarsi: è per questo che il noto cantautore Giuseppe Povia ha deciso di scrivere una canzone-denuncia intitolata “Chi comanda il mondo?”. Rimanendo in tema, nelle ultime ore lo stesso Povia ha pubblicato un video in cui ha sintetizzato la storia del Regno delle Due Sicilie, della Spedizione dei Mille e della colonizzazione che man mano ha distrutto sempre più i paesi del Sud privilegiando quelli del Nord Europa: “Il Regno delle Due Sicilie era quello che comprendeva tutto il meridione ed era quel regno che dal 1130 fino al 1060-61 dominava quella che poi hanno chiamato Italia. Il Regno delle Due Sicilie è stato conquistato perché la solita finanzia finanziò le varie famiglie che erano già ricche e che a loro volta finanziarono i vari generali che rimasero a guardare quando arrivò Garibaldi. Tutt’ora ci fanno credere che con sole mille persone quest’ultimo avrebbe potuto sconfiggere milioni di persone che abitavano nel Regno. Una storia da allocchi. Dopo la conquista si formò l’Unità d’Italia e cominciò la deindustrializzazione del Sud Italia a favore del Nord Italia. Da allora il meridione è sempre più povero e lasciato a sè stesso“. Alla fine del video, Povia invita tutti a riflettere ed iniziare insieme una rivoluzione culturale: “Diffondere il brano “Chi comanda il mondo?” contro questa distinzione razzista che c’è tra Nord e Sud“.

Clicca al centro per far partire il video

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più