“…Manca pochissimo”: la jihadista torrese annuncia l’attacco a Roma

Maria Fatima jihadista

“È il profeta che ha detto che a Roma ci sarà una grande battaglia. Moriranno tantissimi mujaheddin. Tutto sta accadendo come ha detto il profeta, pace e benedizione su di lui”: queste le parole, con cui Fatima, la jihadista italiana, originaria di Torre del Greco, annuncia, con ferma convinzione, che ben presto ci sarà una strage di morti in terra romana in nome di Allah. Dichiarazioni che incutono non solo un certo timore ma che lasciano sempre più sconcertati.

Ieri mattina, grazie alle intercettazioni della Digos, sono stati arrestati i suoi familiari. Per lei invece un’ordinanza di custodia cautelare da parte del gip di Milano Ambrogio Moccia (setssa sorte per altre nove persone implicate nella vicenda).

Come riportato dal Mattino.it, la giovane, sempre più convinta delle sue malsane scelte e soprannominata dagli inquirenti “prima foreign fighter italiana”, ha rivolto tali dichiarazioni ai genitori: “Noi qui stiamo ammazzando i miscredenti per poter allargare lo Stato islamico… La terra dello Sham è ormai quasi tutta conquistata e il progetto del Califfato si concluderà con la conquista della Turchia, poi della Giordania infine di Roma, dove si svolgerà una grande battaglia… Manca pochissimo.”

Potrebbe anche interessarti