Torre Annunziata, sequestrati pesci catturati nelle acque inquinate

Rete di pesci

Questa mattina, come riportato dal Mattino.it, la Guardia Costiera della città di Torre Annunziata ha sequestrato una rete con un’ingente quantità di pesci, proprio nel momento della cattura, avvenuta tra le barche ferme al porto, che non fanno altro che inquinare le acque del mare.

La pesca/cattura dei pesci è infatti, di gran lunga, una pratica illegale, considerando l’alto tasso d’inquinamento. Per fortuna, grazie al tempestivo ed attivo intervento dei militari della marina, sono stati evitati grossi danni a coloro che avrebbero eventualmente consumato il prodotto: si sa, le condizioni igieniche nelle quali vivevano i pesci, nella zona interessata, sono davvero pessime. Prevenire, si sa, è sempre meglio che curare. E soprattutto commercializzare prodotti di così scarsa qualità è sicuramente un danno, in primis alla salute ed un inganno a discapito di chi acquista innocuamente senza sapere cosa davvero si cela dietro un’apparente qualità. Tutto ciò che arriva sulle nostre tavole è davvero sempre di dubbia qualità.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più