Auto precipitata a Monte di Procida: inutili i soccorsi, 20enne morta sul colpo

Incidente Monte di Procida
fonte: freebacoli.net

Nuove drammatiche notizie dell’incidente di Monte di Procida, dove un’automobile è sprofondata in un burrone con a bordo due ragazze giovanissime. Le due 20enni, Valentina Schiano, alla guida della vettura, e l’amica Annabella De Meo, tornavano dall’Università quando la Toyota Yaris ha urtato un palo della luce, distrutto un muro di mattoni ed è precipitata in un burrone allontanandosi di oltre 150 m dalla carreggiata.

I soccorsi sono arrivati tempestivamente, allertati dopo una telefonata fatta alla madre dalla De Meo, sopravvissuta, ma non hanno potuto fare nulla per salvare la conducente, morta sul colpo per le ferite riportate all’addome, alla pancia e al collo. Dopo un lungo recupero, date le condizioni della macchina e della scarpata in cui era finita, la passeggera è stata raccolta da un’ambulanza e portata al Santa Maria delle Grazie, secondo quanto riportato dal Mattino, e, attualmente, le sue condizioni non sembrano critiche.

Il magistrato ha già disposto l’autopsia sul corpo di Valentina Schiano, che avverrà sempre al Secondo Policlinico. Entrambe le ragazze sono di Cappella, frazione di Bacoli. Un’inquietante particolare si rileva nell’ultima telefonata fatta dalla giovane vittima alla madre. Sempre secondo Il Mattino, la mamma, preoccupata del tragitto in macchina da Napoli, avrebbe detto “Mi raccomando, non correre con la macchina. Potrebbe accaderti qualcosa di brutto, rimanere paralizzata o anche cieca”, una paura, una sensazione, che hanno trovato la peggiore delle conferme poco tempo dopo.

Potrebbe anche interessarti