Camorra, arrestato uno dei boss più ricercati nel napoletano

carabinieriarresto

Nelle ultime ore i carabinieri del Comando Provinciale di Napoli hanno bloccato Alessandro Giannelli, capo dell’omonimo clan emergente nella zona Cavalleggeri di Napoli, diventata negli ultimi tempi scenario di sparatorie e fatti malavitosi.

Giannelli aveva deciso di lasciare Bagnoli per evitare di essere arrestato, ma il suo viaggio è stato interrotto grazie all’intervento dei carabinieri che, dopo giorni di indagini, sono riusciti a rintracciarlo e ad ammanettarlo mentre era in viaggio sull’autostrada Napoli-Roma con la sua famiglia. Il boss, considerato uno dei criminali più pericolosi e carismatici della Napoli occidentale, al momento dell’arresto non ha opposto resistenza, arrendendosi all’istante alla vista dei carabinieri.

Alessandro Giannelli, si legge su IlMattino.it, era riuscito a scappare dalle forze dell’ordine durante un blitz del 20 gennaio, questa volta la sua latitanza si è finalmente conclusa. Il boss è stato accusato di estorsione e di essere stato l’autore di sparatorie e omicidi avvenuti tra Bagnoli, Pianura e Soccavo.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più