Pompei: un blitz smaschera un locale hard per gay

locale hard club luci rosse

Pompei – Un blitz della polizia smaschera un club privè per gay non molto distante dal santuario.

Nel sotterraneo del  locale “hard” che risiede in via Astolelle, zona centrale della città mariana, sono state scoperte stanze per fare sesso e maxi schermo che proiettano film porno gay.  Secondo quanto scritto su “Il Mattino” nel club, aperto dalla tarda mattinata tutti i giorni, sono stati rinvenuti anche diversi preservativi.

Gli agenti di polizia, su ordine del vicequestore Angelo Lamanna, durante l’ispezione hanno trovato un registro con circa 400 iscritti, tutti professionisti di mezza età della zona vesuviana e costiera. Il registro è stato sequestrato ed è ora nella mani degli inquirenti, i quali seguono tre filoni investigativi. Si sta verificando se il club fosse semplicemente una copertura per un giro di prostituzione e se sono coinvolti minorenni. Inoltre si sta procedendo, anche, con accertamenti fiscali per eventuali evasioni e accertamenti tecnico-strutturali per verificare l’agilità della struttura evidentemente troppo piccola per 400 soci.

L’attività del club di Pompei è pubblicizzata anche attraverso un sito web e una pagina Facebook, cui sulla bacheca c’è scritto : “Il Cruising club per uomini che cercano uomini etero, gay, bisex e curiosi. Salotto e area cruising”.

Potrebbe anche interessarti