Tragedia a San Salvatore Telesino, bambina trovata morta in piscina

slide1_acquashow

È una vicenda tutta da chiarire quella che ha portato alla tragica morte di una bimba di 10 anni, di origine rumena, trovata esanime all’interno di una piscina nel parco di un ristorante a San Salvatore Telesino, nel beneventano.

I primi accertamenti hanno permesso di ricostruire i momenti precedenti alla tragedia. La bambina era uscita di casa per andare in chiesa per le celebrazioni di Sant’Anselmo ed è stata vista andarsene poco prima di domenica sera alle 20. Ma non è mai arrivata a casa e così il padre, che da qualche anno si è trasferito in paese e fa l’operaio, è uscito per cercarla senza esito.

La terribile scoperta quando da un locale vicino al ristorante in questione, che era chiuso, qualcuno ha visto il corpicino immobile nell’acqua e sono stati allertati i soccorsi. Nella zona del rinvenimento, dove ieri sera era anche in corso uno spettacolo all’aperto, erano state montate alcune giostre ed è possibile che la ragazzina volesse fare in giro, ma soprattutto che non fosse da sola.

Lo stabiliranno i rilievi che sono stati effettuati dai carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita, così come l’autopsia del medico legale stabilirà la causa della morte, per la quale si ipotizza un annegamento. Tutto il paese, a cominciare dal sindaco Romano, uno dei primi ad arrivare sul posto, si è stretto attorno alla famiglia in attesa di capire qualcosa in più.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più