Benevento: clinicamente morta in ospedale, poi si sveglia. Il medico: “È un miracolo”

malasanitàBenevento – Parla di miracolo, per chi ci crede, Mario Scetta, un medico che è anche il sindaco di Castelvenere, piccolo centro in provincia di Benevento. Una donna anziana si era infatti sentita male e, soccorsa dal 118, non dava segnali di vita, era clinicamente morta. È Internapoli a pubblicare l’esperienza di Scetta:

«C’è mala sanità, in verità poca – dice il sindaco – c’è buona sanità; c’è, infine, una sanità umanitaria, silenziosa, encomiabile. E proprio di un episodio di sanità encomiabile che sento quasi il dovere di parlare. Venerdì vengo chiamato per un’emergenza. Sul posto, tra la disperazione dei familiari, intervengono gli operatori del 118 in poco più di sette minuti. La paziente, un’anziana, è clinicamente morta. Nessun segno vitale.

«Elettrocardiogramma piatto. Ciò nonostante gli operatori del 118 procedono nelle manovre rianimatorie. L’infermiere riesce, non so come, a prendere una vena e il medico inizia il massaggio cardiaco. Adrenalina, liquidi, defibrillazione. Elettrocardiogramma sempre piatto. Dopo circa 15 minuti di manovre rianimatorie si percepisce sul monitor una fugace attività elettrica. Si richiede l’intervento dell’Unità operativa di rianimazione e si prosegue con massaggio cardiaco, defibrillazione, terapia medica. Dopo altri dieci 10 minuti il cuore della paziente, tra l’incredulità e l’entusiasmo di tutti, riprende il ritmo. Forse un miracolo, per chi crede ai miracoli. Certamente il frutto di tenacia, professionalità, umanità.

«Finalmente giunge l’Unità rianimativa. Intubazione. Trasporto al «Rummo» di Benevento. E qui incomincia il calvario causato dalla sanità disorganizzata, sprecona e trascurata. Mancano i posti nelle strutture sannite! Finalmente alle due di notte si libera un posto al «Monaldi» di Napoli. Ennesima corsa in ambulanza. Bene! Dopo cinque giorni, la paziente ha ripreso attività cardiaca spontanea e mostra qualche segno di ripresa neurologica».

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più