La prof poco educatrice: “Cicciona napoletana”. E la bambina sviene in classe

salesi

Succede in una scuola media di Ancona, dove un professoressa chiama “Cicciona napoletana” una bambina 13 anni. Accade che la piccola ferita profondamente dalla frase poco educativa della sua insegnate smette di mangiare e in soli 10 giorni perde circa 9 chili. Un po’ troppi. Tanto che ieri sviene in classe e l’ambulanza ha dovuto trasportare l’alunna napoletana all’ospedale Salesi. Alla bambina, ritornata a casa, è stato consigliato riposo assoluto per qualche giorno.

Intanto la scuola avvierà degli accertamenti interni per stabilire se davvero l’insegnante abbia riferito quella frase, sebbene già confermata da diverse compagne di scuola. Una battuta sicuramente poco felice in un mondo dove l’immagine del proprio corpo è già entrate nella testa dei più piccoli, dove sentirsi “cicciona” può contribuire ad un cattivo inserimento nel gruppo di amicizie scolastiche e non. Ma forse la prof. non ha pensato a tutto questo.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più