Accoltellato per difendere il nipote del boss

carabinieri

Le indagini eseguite nella città di Ercolano dopo l’incidente di ieri sera che ha portato alla morte di un ragazzo di 18 anni accoltellato in traversa Mercato, hanno portato alla luce i motivi dell’aggressione.

Il bersaglio non era il giovane 18enne ma il nipote del boss di  un clan di Ercolano. Quella di ieri non è stata dunque una rissa ma una vera e propria spedizione punitiva, organizzata dal clan rivale. Il ragazzo era in compagnia del nipote del boss probabilmente in qualità di guardaspalle e al momento dell’aggressione ha tentato di salvargli la vita prendendosi cosi il letale fendente. Nei giorni scorsi il giovane nipote pare abbia avuto un diverbio con alcuni coetanei della famiglia rivale, forse è stato proprio quell’episodio a far scattare la vendetta.

A seguito delle indagini i carabinieri sono anche pervenuti all’identità del giovanissimo killer.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più