Presunto piromane del Vesuvio chiede sconto di pena: dice di essere innocente

Fu arrestato con l’accusa di essere uno dei piromani del Vesuvio, ora ha scelto il rito abbreviato per definire la sua posizione processuale. L.O., macellaio 24enne di Torre del Greco, ha sempre smentito di aver appiccato il fuoco nella pineta adiacente alla sua abitazione, nella zona dei Camaldoli.

Le intercettazioni, però, hanno delineato un quadro molto chiaro dei fatti, permettendo ai carabinieri di Torre del Greco, dopo una velocissima indagine, di arrestarlo lo scorso 28 luglio.

Il 24enne, scrive Cronache della Campania, comparirà a gennaio davanti al giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Torre Annunziata. In estate il Tribunale del Riesame rigettò la richiesta di scarcerazione confermando la misura del Gip oplontino.


Potrebbe anche interessarti